Settembre 18, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Tottus In Pari

    Tottus In Pari
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    In controtendenza rispetto alle narrazioni che vedono i sardi emigrare perché costretti dalla povertà, alla ricerca di lavoro e fortuna oltremare, e sempre divisi tra la terra di accoglienza nella quale si sono integrati e hanno potuto crescere lavorativamente, sfruttando quei talenti che nella loro terra sarebbero destinati a restare sopiti, e la forte nostalgia per la propria terra d’origine, in Nassara e la guerra dei poveri si parla di un sardo che sceglie di lasciare la propria terra. Che rinuncia alla possibilità tangibile di un posto fisso, magari in “Regione”, per seguire la sua passione, quella di viaggiare, di conoscere il mondo, entrare in contatto con genti di culture e lingue differenti.

    Tottus In Pari
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Viaggiando a ritroso nel tempo, a cavallo tra storia e leggenda, ci sono percorsi che conducono lontano, che raccontano di gesta, di vita, di quotidiano ripetere atti e cadenze. Il viaggio nel tempo ha sapore d'antico, magia d'eterno, immortalità dell'anima, quella che non muore, ma impara, risalendo attraverso la vita e insegnando ad amare la vita a chi la abita, a chi la sfida e sa che solo il rispetto profondo per lei può condurre lontano.

    Tottus In Pari
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Conosco Vanessa Roggeri da diversi anni: la incontrai a Neoneli nel settembre del 2013 alla presentazione del suo primo romanzo, Il cuore selvatico del ginepro, e tra noi fu subito amicizia.

    Cominciai a leggerla con fiducia perché mi pareva naturale aspettarmi da una giovane scrittrice col viso pulito e gli occhi sinceri una prova letteraria di valore. Non mi sbagliai. Fu, la lettura del romanzo, un piacere inarrivabile, una sorpresa imprevista perché, dopo tanta misera prosa sistemata indegnamente sugli scaffali delle librerie, alla fine avevo sotto gli occhi una scrittura senza tempo, densa e nitida, una storia fervida di passione e di sentimenti profondi.

    Share


    X

    Right Click

    No right click