Settembre 23, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    La voce del lettore

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Romina è morta. A Nùoro. A casa nostra, nella nostra isola. Un'altra vittima di femminicidio, in questa strage che sembra non avere mai fine. E per favore non parlate di gelosia, di tragedia, di dramma, di raptus. Sono crimini efferati compiuti da assassini. 

    Ho letto commenti assurdi che uccidono ancora e ancora una volta. Non scrivete: "tutti gli uomini non sono così". In questa frase c'è una difesa inutile del genere maschile.

    Forse non vi siete accorti che siamo noi che dobbiamo difenderci da voi? E in questa situazione vi preme evidenziare la bontà del resto del genere maschile? Così facendo togliete spazio e rispetto a quello che è successo ad una donna, morta perché un uomo pensava fosse cosa sua. 

    Lo sappiamo anche noi che non tutti gli uomini sono così ma è una frase fatta che non aiuta le donne e non aiuta voi uomini. Svia l'attenzione da ciò che conta, per ridare ancora una volta potere a voi. Basta, davvero. Voglio sentire uomini che dicono: "Noi condanniamo, noi saremo al vostro fianco, scenderemo in piazza con voi. Educheremo insieme le nostre figlie e i nostri figli a rispettare tutti come esseri liberi e non come proprietà".

    Questo voglio vedere, altrimenti questa strage non avrà mai fine. Iniziamo a cambiare dalle parole. Solo così si cambia. 

    Di Valeria Pecora - scrittrice 

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Sono da poco rientrato da due settimane trascorse in giro per la Sardegna. Non ho scritto nulla sui miei spazi social durante i miei giorni nell’isola. Ho lasciato parlare le molte immagini fotografiche, abbagliato da ciò che vedevo, sentivo, odoravo, gustavo e toccavo. Perché l'isola mi è esplosa intorno, e inevitabilmente mi è esplosa anche dentro. Ma poi il risultato di queste deflagrazioni necessita di tempo per posarsi e decantare e ci vorrà ancora ulteriore tempo per coglierne appieno l'essenza e la persistenza. 

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    4 giugno ore 5,40 ingresso porto Olbia.Chi ama la Sardegna arriva in nave con la propria auto,magari facendo enormi sacrifici..prenotando in inverno per risparmiare. Ma poi quando è sbarcato si mette in viaggio alla ricerca non solo delle spiagge e del mare fantastico ma sopratutto dei paesi interni dove si trova il vero artigianato locale e i veri prodotti locali genuini.

    Pagina 1 di 11

    Share


    X

    Right Click

    No right click