Dicembre 10, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me
    Ad Ilienses

    L'intervista

    L'intervista
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Salvatore Mereu, regista sardo, classe 1965, si laurea al Dams di Bologna, studia cinematografia a Roma, e dirige tre cortometraggi, prima di vincere nel 2004 il David di Donatello come miglior regista esordiente col suo primo lungometraggio, Ballo a tre passi, un film diviso in quattro episodi che dipinge in un modo nuovo e intenso la sua Sardegna. Nel 2008 ha portato al festival di Berlino Sonetàula, dal romanzo di Giuseppe Fiori, girato in due versioni, una per le sale e due puntate per la televisione. Nel 2010 realizza Tajabone, girato in una scuola media della periferia di Cagliari con attori gli stessi piccoli studenti. Costato solo 10.000 euro, alla mostra di Venezia vince lo Uk-Italy Creative Industries Award - Best Innovative Budget, il premio che si assegna al film più innovativo e di qualità in rapporto alla scarsità del budget con il quale è stato prodotto e il risultato ottenuto.

    L'intervista
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Portavoce di un'innovazione sana, attenta alla natura e basata sulla pace, Daniela Ducato, pluripremiata innovatrice sarda della green economy italiana, con le sue linee produttive Edilana ed Edimare, coordina il polo produttivo “La Casa verde CO2.0” che raduna un gruppo di 73 aziende di cui 42 con sede in Sardegna, specializzate in materiali edili sostenibili. Una realtà industriale nuova, che guarda a un'architettura di pace, per usare le parole della fondatrice. Daniela Ducato, dopo esser stata insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica, è da maggio testimone italiana del saper fare ad Expo. La conosciamo meglio all'interno di questa intervista che parte dal modo in cui gli scarti possono diventare risorse per raccontare un nuovo modo – possibile – di fare edilizia sostenibile.

    L'intervista
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Jacopo Incani, noto con lo pseudonimo IOSONOUNCANE è un musicista-cantautore sardo originario di Buggerru (CI). Classe 1983 a diciannove anni si trasferisce a Bologna. Per circa 10 anni fa parte della band Adharma, con la quale ha pubblicato nel 2005 l’EP Risvegli. In seguito il gruppo si scioglie e nel 2008 nasce il progetto solista IOSONOUNCANE, partendo dall’utilizzo di un campionatore e di una loop machine. Nel dicembre dello stesso anno pubblica alcuni inediti su MySpace e nel luglio 2010 entra in studio per lavorare sul primo album d’esordio La Macarena Su Roma che uscirà ufficialmente in ottobre, pubblicato dall’etichetta discografica indipendente Trovarobato. L’album viene apprezzato notevolmente dalla critica, vince il premio “Fuori dal mucchio” e viene inserito tra i finalisti del “Premio Tenco” nella categoria “Miglior opera prima” 2011. Sempre nel 2011 collabora con Dino Fumaretto per il missaggio dell’album Sono invecchiato di colpo, uscito poi nel 2012 per la Trovarobato. Nello stesso anno pubblica il singolo Le Sirene di Luglio e una versione di Torino pausa pranzo suonata con Stefano Bollani e Mirko Guerrini, registrata durante il programma radiofonico “Il dottor Djembè” di Radio 3.

    Share


    X

    Right Click

    No right click