Settembre 18, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Itinerari di viaggio

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    La gente arriva a Su Gologone con le taniche vuote e riparte con i bagagliai delle auto straripanti di scorte d’acqua. In una terra che è stata a lungo arsa per la siccità, questa sorgente non ha mai smesso di pompare i suoi trecento litri al secondo di acqua purissima: l’acqua del Supramonte, alla costante temperatura di undici gradi centigradi, dolcissima e pura come nessun’altra nella zona. I comuni limitrofi se la litigano: tutti vorrebbero vederla scorrere dai rubinetti delle proprie case. Gli assessori si battono in consiglio per portarla alle loro comunità, o per conservare il privilegio di averla. La stampa si interessa e dà risalto all’argomento. Qui di seguito gli stralci di un articolo apparso sul quotidiano «La Nuova Sardegna» del 27 agosto 2008, Liscia, gasata o …Su Gologone: “Per gli olianesi che erano convinti di scegliere quest’ultima soluzione nel bere un bicchiere d’acqua dal proprio rubinetto c’è ora una quarta e inaspettata opzione: abbanoa (acqua nuova), a detta di molti con un sapore e una colorazione che, rimanendo in tema pubblicitario, non ti aspetti. Il mixage dell’acqua nessuno se lo aspettava. Ed è per questo che non va giù a molti cittadini di Oliena.

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Una storia semplice di passione. Passione e amore per la fotografia, per la natura. Matteo Algranati  lo conosco da quasi vent’anni, complice lo stesso ambiente lavorativo, aveva un desiderio peculiare: partire dall’hinterland milanese dove è nato e cresciuto per tornare in Sardegna, rimembrando un viaggio fatto tantissimi anni fa, con la moglie Monica, per scoprire o riscoprire angoli suggestivi che solo la natura, complice la regalia del Mediterraneo, sa accordare.

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    E pensare che i Catalani, dopo la faticosa conquista nel XIV secolo, spedirono colonie di galeotti in quella che doveva essere una terra di confine. E invece i detenuti si trovarono così bene che già allora Alghero, la Barceloneta di Sardegna, diventò un tesoro. Talmente bella che l’imperatore Carlo V, nell’ottobre del 1541, alla vigilia della catastrofica impresa di Algeri, volle fare una deviazione con la sua possente flotta per visitare il gioiello d’Aragona. Arrivato a terra, leggenda vuole che da un piccolo colle abbia esclamato: “Bonita, por mi fe, y bien asentada” (Bella, in fede mia, e in un’ottima posizione).

    Share


    X

    Right Click

    No right click