Gennaio 22, 2022

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Arte e Cultura

    Arte e Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    DI MARCO BERNARDINI

    E’ con grande piacere che riprendo in mano un lavoro interrotto per cause che possiamo definire “personali”.

    A distanza di tre mesi rileggo i fogli dei miei appunti e, mentre scrivo (io adoro ancora scrivere con carta e penna), penso a quante cose negative e positive sono accadute in questo periodo: dalla pandemia che, a mio avviso, ci ha segnato in modo irreversibile all’esordio nelle sale cinematografiche del capolavoro (cortometraggio) della regista e interprete Katia Corda e dell’ideatore del progetto” Fragheterra” il  fantasista, muralista e ora anche attore, Franco Mascia.

    E mentre la Sardegna subiva per l’ennesima volta l’attacco incendiario da parte dei piromani, il cortometraggio “Fragheterra” partecipava al Vesuvius International Film Festival, ricevendo il 1° premio ex aequo con il Giappone, come miglior Film e miglior regia Femminile, contro ogni pregiudizio, alla nostra Katia Corda.

    Ora vi invito a seguirmi nel mio articolo- intervista dedicato ai due personaggi che hanno dato origine alla suddetta opera cinematografica con la quale vogliono  rendere omaggio alla Sardegna.

    Arte e Cultura

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

    Gildo Motroni Deledda a Venezia c’è da poco, pochissimo. È al primo anno di economia e vive fra ponti, campielli e canali. Belli, sì, ma distanti. Troppo, forse, da un ragazzo sassarese di vent’anni che nella sua città è diventato grande e poi, col tempo, ragioniere. E soprattutto membro del circolo “Silvio Pellico”, una fucina cattolica di belle idee e di belle teste. È qui che incontra per la prima volta l’amico della vita, Remo Branca, con il quale si batterà per le cause più grandi e più nobili del Novecento.

    Arte e Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    A Milano il sole tramonta veloce ma nel nuorese ha altri colori.

    Nino lo sa e gli mancano tanto.

    Gli manca tutto, della sua terra, e non l’avrebbe mai lasciata se il lavoro, in città, fosse stato buono o almeno costante. Gli ha fatto un male cane andare via, da ragazzo, dalla Tonara in cui è nato nel 1933 e dal piccolo mondo che lo ha visto crescere mentre diventavano grandi il corpo e i pensieri, veri e grandi, che fanno disordine e tanto rumore.

    Ma ha dovuto.

    Share


    X

    Right Click

    No right click