l FAI (FONDO AMBIENTE ITALIANO) ha organizzato per domenica 25 ottobre 2020 una visita allo stagno di Tortolì. Il luogo è di particolare interesse ambientale e oltre alle specie ittiche ospita numerose specie volatili che si possono incontrare in questo ambiente palustre, immancabili sono i gabbiani reali, ma anche le garzette, i falchi di palude e gli aironi cinerini, che rendono questo stagno adatto anche per praticare il birdwatching.

Con la direttiva comunitaria n. 92/43/CEE "Habitat", è riconosciuto come Sito di Interesse Comunitario (SIC ITB022214) e inserito nella rete Natura 2000 con l'intento di tutelarne la biodiversità, attraverso la conservazione dell'habitat, della flora e della fauna selvatica presenti.

La visita si articolerà in diversi momenti:

  1. il percorso naturalistico con la biologa della cooperativa farà scoprire le specie ittiche e ittiofage, e vedremo gli attrezzi di pesca usati oggi dai soci della cooperativa;
  2. una passeggiata in pineta per andare a vedere da vicino gli impianti di coltura delle ostriche Sandalia e parlare con i pescatori che le allevano;
  3. si potrà assistere alla pesca negli impianti di cattura del pesce (le giostre) e seguirà la spiegazione sui pesci pescati;
  4. il trenino elettrico porterà i visitatori dalla peschiera nuova alla piccola peschiera vecchia, dove si potranno visitare i vecchi caseggiati e conoscere la loro storia.


Per informazioni:

Luca Cacciatori
Presidente Cooperativa Pescatori Tortolì
tel:0782664415

Autore dell'articolo
Focusardegna
Author: Focusardegna
Testata Giornalistica di approfondimento culturale e promozione turistica della Sardegna registrata presso il Tribunale di Oristano.
Dello stesso autore: