Novembre 29, 2022

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Cultura

    Cultura

    Valutazione attuale: 2 / 5

    Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    DI MATTEO PORRU

    Quando le dicono che è un maschietto, Anna Maria Frau sorride. Non ha una mano da stringere, una bocca da baciare, un uomo da guardare che il neonato, un domani, chiamerà papà. Il nome lo deve scegliere da sola. Anzi, l’ha già scelto. Si chiamerà Angelino. Lo sente piangere, lo vede sorridere, gli conta le dita aprendogli i pugni, pensa alla vita che lo aspetta, che darà il meglio per lui. Ma non riuscirà, Anna Maria, a vederlo grande: la morte la porta via senza rumore e lo fa veloce, due anni più tardi. Le dà solo il tempo di sistemare il bambino, di darlo a una coppia di paese, di Bortigali. Ne avranno cura.

    Cultura

    Valutazione attuale: 5 / 5

    Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

    *DI MATTEO PORRU

    Scano di Montiferro non arriva a duemila anime. Una di queste non è mai morta. No, non è un miracolo e nemmeno magia nera. È una storia che continua a esistere, è un ricordo che dà forma a un fantasma. Un uomo senza nome, non uno certo almeno, e senza una data di nascita o di morte. Della sua vita non si sa nulla, dei suoi avi ancora meno.

    Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Parlare di Sardegna trasversalmente tramite la narrazione della giovane protagonista, Alma Doria, che proviene dal Brasile, di padre originario di Castelsardo, è il leit motiv delle due pubblicazioni di Paola Tola, sarda trapiantata a Roma, dove si è laureata in Filosofia e in Scienza della Formazione, è insegnante di lettere.

    Share


    X

    Right Click

    No right click