Il 4 ottobre a Birori sarà presentato il progetto "Kent'erbas- Qualità aromatica e nutrizionale di latte, formaggio e carne del Marghine e loro influenza sulla salute umana”, progetto che ha come obiettivo quello di valorizzare e accrescere la qualità dei prodotti del Marghine anche attraverso la ricerca scientifica, per verificare se gli animali alimentati al pascolo producono latte e carni di qualità diversa rispetto ai prodotti ottenuti da animali allevati in stalla e alimentati principalmente a base di mangimi e concentrati. L’aggregazione "Kent’Erbas" è nata nell’ambito del bando del GAL Marghine “Cercare i parametri di qualità dei prodotti zootecnici” con la collaborazione dell’agenzia Laore, ed è guidata dall’Università degli studi di Cagliari (Dipartimento di Scienze Biomediche), con la partecipazione dell’Agenzia regionale Agris e di ben 27 aziende pastorali del Marghine che allevano ovini e bovini da latte e da carne nei comuni di Birori, Bolotana, Borore, Bortigali, Dualchi, Lei, Macomer, Noragugume, Silanus e Sindia.
 
 
All'incontro del prossimo 4 ottobre, dopo il benvenuto del Sindaco di Birori Silvia Cadeddu, interverranno Gabriella Murgia, Assessora regionale dell'agricoltura e riforma agropastorale, Maria Chiara Di Guardo, Prorettore Università di Cagliari (Capofila progetto Kent’Erbas), Sebastiano Banni, Università di Cagliari (Responsabile scientifico), Sergio Sulas, Presidente GAL Marghine, Giuseppino Chessa e le altre aziende zootecniche partner del Progetto Kent’Erbas.
Autore dell'articolo
Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dello stesso autore: