Marzo 24, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Itinerari di viaggio

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Acque limpide, spiagge dotate di tutti i servizi, barconi da pesca che costituiscono la principale attività economica. Crocevia della cultura medievale umanistica e rinascimentale, intorno al 1500 la città di Castel Aragonese, oggi Castelsardo, arroccata su un suggestivo promontorio a picco sul mare della costa settentrionale dell’Isola, viveva un richiamo molto forte alla scienza alchemica con un folto nucleo di dotti ecclesiastici che studiavano e applicavano teorie eretiche. Il borgo antico, nella parte alta, era considerato una fortezza inespugnabile.

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Non so voi, ma per me il Capodanno è l’occasione per visitare un piccolo borgo della mia isola nel quale non sono mai stata, e trascorrere qualche giorno in tranquillità. Né io né Andrea siamo amanti delle feste chiassose, perciò scegliamo accuratamente piccole località, lontane dal caos, e magari con qualche bel punto di interesse culturale in cui perdersi per ore.

    Quest’anno, non mancano le proposte interessanti: ho visto ieri che a Laconi è stato organizzato un Capodanno tra cascate e menhir, con visite guidate al Parco Aymerich ed al Museo delle Statue Menhir; Sassari avrà, al Museo Sanna, una mostra di fotografie dei primi del Novecento, che raccontano la Sardegna con gli occhi (e l’obiettivo) di Thomas Ashby; e spero che anche quest’anno le ragazze di Passu Lebiu propongano un’escursione di due giorni, come l’anno scorso, in montagna… tenetele d’occhio!

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Museo del Carbone: rappresenta senza dubbio la raccolta più ricca e interessante di reperti e testimonianze sull’archeologia industriale in Sardegna. Si trova a Carbonia, nell’antica miniera di Serbariu, attiva dal 1937 al 1964. Il museo ospita un’esposizione permanente sulla storia del carbone, della miniera e della città di Carbonia, una collezione di lampade da miniera, attrezzi da lavoro, strumenti, oggetti di uso quotidiano, fotografie, documenti, filmati d’epoca e videointerviste ai minatori. La galleria sotterranea è stata allestita con attrezzi e macchinari degli anni Trenta mentre la sala argani conserva al suo interno l’argano con cui veniva manovrata la discesa e la risalita delle gabbie nei pozzi per il trasporto dei minatori e delle berline vuote o cariche di carbone.

    Share
    X

    Right Click

    No right click