Gennaio 23, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Itinerari di viaggio

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Questo monte è il più famoso e importante di quelli che formano il Resegone di Aggius, esso sovrasta il paese e sulla punta più alta è stata issata una croce di ferro, che ha dato il nome al monte. Visitandolo si rimane affascinati dalle sue forme granitiche e in particolar modo: dall’arco del diavolo, che si trova a pochi passi dalla grande croce posta in cima al monte; dalla conca della Madonna, una specie di nicchia naturale scavata nel granito, si dice che la Madonna qualche volta vi abitasse per tenere lontano il diavolo; da “lu Tamburu Mannu”, una gran lastra di granito che posa sopra un blocco spianato, basta salire sull’orlo e far forza col corpo perché la pietra oscilli, dondoli e produca un rullio cupo, sordo, continuo come il mugolio di un tuono in lontananza.

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Una storia semplice di passione. Passione e amore per la fotografia, per la natura. Matteo Algranati  lo conosco da quasi vent’anni, complice lo stesso ambiente lavorativo, aveva un desiderio peculiare: partire dall’hinterland milanese dove è nato e cresciuto per tornare in Sardegna, rimembrando un viaggio fatto tantissimi anni fa, con la moglie Monica, per scoprire o riscoprire angoli suggestivi che solo la natura, complice la regalia del Mediterraneo, sa accordare.

    Itinerari di viaggio
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    E pensare che i Catalani, dopo la faticosa conquista nel XIV secolo, spedirono colonie di galeotti in quella che doveva essere una terra di confine. E invece i detenuti si trovarono così bene che già allora Alghero, la Barceloneta di Sardegna, diventò un tesoro. Talmente bella che l’imperatore Carlo V, nell’ottobre del 1541, alla vigilia della catastrofica impresa di Algeri, volle fare una deviazione con la sua possente flotta per visitare il gioiello d’Aragona. Arrivato a terra, leggenda vuole che da un piccolo colle abbia esclamato: “Bonita, por mi fe, y bien asentada” (Bella, in fede mia, e in un’ottima posizione).

    Share