Gavoi: campagna di solidarietà per il popolo del Kurdistan

In occasione del Newroz esponiamo una bandiera per il popolo curdo

Il 21 marzo, data dell’equinozio di primavera, ricorda anche riti pagani lontani. Riporta immagini di libertà e sacralità e allo stesso tempo rimanda alla lotta. In questa data si celebra infatti anche il Newroz, un importante appuntamento per la popolazione del KurdistanTerritorio distribuito tra quattro stati (Turchia, Iran, Iraq e Siria) il cui popolo subisce da oltre un secolo oppressioni dai rispettivi paesi a causa della sua volontà di autodeterminazione.

I curdi, ancora adesso, non possono usare le proprie bandiere o la lingua madre senza essere accusati di propaganda al terrorismo. In modo particolare, le politiche turche sono responsabili nel corso degli anni di molteplici episodi di oppressione armata e violenta che hanno causato centinaia di morti. Il Newroz rappresenta la più alta espressione di volontà all’esistenza e al riconoscimento dei curdi. In questo preciso periodo storico la Turchia di Recep Tayyip Erdogan festeggia le proprie mire espansionistiche oltre il confine, nel martoriato Rojava siriano, a nord-est del paese in guerra dal 2011. Il nuovo califfo ha fatto razzia di umanità nella città curdo-siriana di Afrin dove dal 20 gennaio è in corso un’offensiva delle forze speciali turche e di milizie ribelli loro alleate contro le forze curde dello Ypg. Il 18 marzo la città, capoluogo del Cantone omonimo e simbolo di moralità e dignità insieme a Kobane e Cizre, è stata conquistata dall’esercito turco.

È per questo che non si può restare immobili. Esprimere solidarietà è l’unica arma che a distanza ci resta da utilizzare. Per non indossare, come Comunidade e quindi come comunità gavoese, gli abiti dell’indifferenza. Sempre più forti sono gli interessi degli stati centrali per tenere unite diversità cercando di omologarne le identità. E allora non stiamo a guardare. Esprimiamo solidarietà al popolo curdo che ora soffre più di tutti ma che lotta a nome di tutti.

Esponiamo in occasione del Newroz (che sarà celebrato anche a Cagliari) il 23 marzo 2018 la bandiera del Kurdistan. Fuori dalle nostre case e dalle nostre finestre, nei nostri profili social e WhatsApp. Fuori dal nostro municipio (compatibilmente con le norme vigenti in merito). Un piccolo segno di solidarietà che regala un abbraccio a distanza a tutte le vittime dell’ennesima guerra in cui il buono è sempre il più debole. Una infinita battaglia che distrugge i principi di tolleranza e inclusione, di rispetto e partecipazione rappresentativa e democratica.

«Con l’intento di perseguire libertà, giustizia, dignità e democrazia, nel rispetto del principio di uguaglianza e nella ricerca di un equilibrio ecologico, la Carta proclama un nuovo contratto sociale, basato sulla reciproca comprensione e la pacifica convivenza fra tutti gli strati della società, nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, riaffermando il principio di autodeterminazione dei popoli.
Noi, popoli delle Regioni Autonome, ci uniamo attraverso la Carta in uno spirito di riconciliazione, pluralismo e partecipazione democratica, per garantire a tutti di esercitare la propria libertà di espressione. Costruendo una società libera dall’autoritarismo, dal militarismo, dal centralismo e dall’intervento delle autorità religiose nella vita pubblica, la Carta riconosce l’integrità territoriale della Siria con l’auspicio di mantenere la pace al suo interno e a livello internazionale».

Prefazione Carta Sociale del Rojava

 

Contatti campagna di solidarietà   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@Roberto Edoardo Mulas 

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Il Fuori Salone 2018 di Antonio Marras: creatività, dettagli ed elogio della lentezza.
    E’ frenesia e velocità, la settimana del Salone del Mobile di Milano. È ricerca forsennata della foto, del dettaglio, della story e del selfie perfetto. È brindisi veloci e incontri fugaci con l’innovazione e l’allestimento ricercato, da cercare nei vari distretti della città protagonisti del Fuori Salone, lesti, di via in via, di vernissage in vernissage.  Eppure c’è, in questi giorni dedicati al mondo del design dove tutto scorre senza sosta, un momento atteso in cui ritrovare la bellezza di un luogo dove tutto diventa etereo e lento.
    scopri di più >>
  • ALTER, un progetto per avviare nuove imprese nel territorio del Gal Logudoro-Goceano
    Sessanta posti a disposizione per i comuni del Logudoro, Goceano, Villanova e Meilogu. Arriva nel territorio del GAL il progetto ALTER, un percorso rivolto a disoccupati, soggetti in mobilità o in cassa integrazione con il fine di favorire, a titolo gratuito, l'incremento del lavoro autonomo e l'imprenditorialità negli ambiti del turismo sostenibile e dell'agroalimentare.
    scopri di più >>
  • Le futuriste in mostra al Museo MAN di Nuoro
    Dopo i progetti sull’espressionismo tedesco e le coppie dell’avanguardia russa, il MAN presenta “L’elica e la luce. Le futuriste. 1912_1944”, una mostra dedicata al futurismo e le donne.
    scopri di più >>
  • Premiato il documentario di Pietro Mereu sui centenari d'Ogliastra
    "Il club dei centenari d'Ogliastra", questo il titolo del documentario realizzato dal regista Pietro Mereu che ha vinto il Premio del pubblico 2018 del 25/mo Sguardi Altrove Film Festival. Il lavoro del professionista ogliastrino è stato presentato nel concorso #FrameItalia (la sezione dedicata a lungometraggi di finzione, documentari e cortometraggi italiani) lunedì 12 marzo, alla presenza del regista e della conduttrice Victoria Cabello.
    scopri di più >>
  • Gli scritti inediti di Salvatore Satta a Laura Boschian per la prima volta a Roma in Campidoglio
    Sarà presentato venerdì 9 marzo, a Roma, ore 17.30, nella sala del Carroccio di Palazzo Senatorio, in Campidoglio, il volume “Mia indissolubile compagna. Lettere a Laura Boschian 1938-1971”, curato da Angela Guiso, docente e critica letteraria, e pubblicato da Ilisso Edizioni. All’incontro, cui parteciperà l’autrice, interverranno Gemma Azuni (già consigliera di Roma Capitale), Carlo Casula (storico) e Renato Minore (critico letterario e scrittore).
    scopri di più >>
  • Al via il Progetto Criaduras - Domos de sa Cultura
    Mousikè, azienda di Nuoro specializzata in organizzazione e gestione eventi, aggiudicataria del bando POR 2014-2020 Domos de sa Cultura, con il progetto “Criaduras”, presenta, col patrocinio del Comune di Dorgali, la prima delle attività che si svolgeranno nel biennio 2018/19 nel territorio di Dorgali e Cala Gonone. Nell’ambito degli interventi culturali di animazione e salvaguardia dei beni culturali immateriali, il 28 Febbraio presso il Teatro “Centro Culturale” di Via Lamarmora a Dorgali sarà in scena il primo spettacolo della rassegna di Musica e Teatro “Quarto Movimento”. Lo spettacolo “Separazione” della compagnia Ludus in Fabula con con Marina Thovez e Mario Zucca, proposto in collaborazione con Cedac Sardegna (Circuito Multidisciplinare Sardegna) sarà il primo dei sette che faranno parte della rassegna Dorgalese.
    scopri di più >>