Gavoi: campagna di solidarietà per il popolo del Kurdistan

In occasione del Newroz esponiamo una bandiera per il popolo curdo

Il 21 marzo, data dell’equinozio di primavera, ricorda anche riti pagani lontani. Riporta immagini di libertà e sacralità e allo stesso tempo rimanda alla lotta. In questa data si celebra infatti anche il Newroz, un importante appuntamento per la popolazione del KurdistanTerritorio distribuito tra quattro stati (Turchia, Iran, Iraq e Siria) il cui popolo subisce da oltre un secolo oppressioni dai rispettivi paesi a causa della sua volontà di autodeterminazione.

I curdi, ancora adesso, non possono usare le proprie bandiere o la lingua madre senza essere accusati di propaganda al terrorismo. In modo particolare, le politiche turche sono responsabili nel corso degli anni di molteplici episodi di oppressione armata e violenta che hanno causato centinaia di morti. Il Newroz rappresenta la più alta espressione di volontà all’esistenza e al riconoscimento dei curdi. In questo preciso periodo storico la Turchia di Recep Tayyip Erdogan festeggia le proprie mire espansionistiche oltre il confine, nel martoriato Rojava siriano, a nord-est del paese in guerra dal 2011. Il nuovo califfo ha fatto razzia di umanità nella città curdo-siriana di Afrin dove dal 20 gennaio è in corso un’offensiva delle forze speciali turche e di milizie ribelli loro alleate contro le forze curde dello Ypg. Il 18 marzo la città, capoluogo del Cantone omonimo e simbolo di moralità e dignità insieme a Kobane e Cizre, è stata conquistata dall’esercito turco.

È per questo che non si può restare immobili. Esprimere solidarietà è l’unica arma che a distanza ci resta da utilizzare. Per non indossare, come Comunidade e quindi come comunità gavoese, gli abiti dell’indifferenza. Sempre più forti sono gli interessi degli stati centrali per tenere unite diversità cercando di omologarne le identità. E allora non stiamo a guardare. Esprimiamo solidarietà al popolo curdo che ora soffre più di tutti ma che lotta a nome di tutti.

Esponiamo in occasione del Newroz (che sarà celebrato anche a Cagliari) il 23 marzo 2018 la bandiera del Kurdistan. Fuori dalle nostre case e dalle nostre finestre, nei nostri profili social e WhatsApp. Fuori dal nostro municipio (compatibilmente con le norme vigenti in merito). Un piccolo segno di solidarietà che regala un abbraccio a distanza a tutte le vittime dell’ennesima guerra in cui il buono è sempre il più debole. Una infinita battaglia che distrugge i principi di tolleranza e inclusione, di rispetto e partecipazione rappresentativa e democratica.

«Con l’intento di perseguire libertà, giustizia, dignità e democrazia, nel rispetto del principio di uguaglianza e nella ricerca di un equilibrio ecologico, la Carta proclama un nuovo contratto sociale, basato sulla reciproca comprensione e la pacifica convivenza fra tutti gli strati della società, nel rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, riaffermando il principio di autodeterminazione dei popoli.
Noi, popoli delle Regioni Autonome, ci uniamo attraverso la Carta in uno spirito di riconciliazione, pluralismo e partecipazione democratica, per garantire a tutti di esercitare la propria libertà di espressione. Costruendo una società libera dall’autoritarismo, dal militarismo, dal centralismo e dall’intervento delle autorità religiose nella vita pubblica, la Carta riconosce l’integrità territoriale della Siria con l’auspicio di mantenere la pace al suo interno e a livello internazionale».

Prefazione Carta Sociale del Rojava

 

Contatti campagna di solidarietà   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

@Roberto Edoardo Mulas 

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • L'Economia della Sardegna - Presentazione del rapporto semestrale Banca d'Italia a Nuoro
    In occasione della pubblicazione del Rapporto semestrale della Banca d'Italia sull'economia regionale, La Banca d’Italia con sede a Cagliari e la Confindustria Sardegna Centrale, promuovono l'evento "L'Economia della Sardegna" che si terrà a Nuoro il 22 novembre 2018, alle ore 10:30, in via Veneto 46. 
    scopri di più >>
  • “SARDINIA EAST LAND”: PER LA PRIMA VOLTA IMPRESE E ATTRATTORI TURISTICI DEL NUORESE E DELL’OGLIASTRA PROTAGONISTI DI UNA RICERCA ECONOMICA
    Dopo il sondaggio che ha coinvolto gli amministratori locali, il processo di analisi territoriale finalizzato alla creazione di un sistema di offerta turistica integrata tra nuorese e ogliastra, nell’ambito della misura Visit Nuorese del Piano di Rilancio della Provincia, mette al centro gli operatori economici e culturali del territorio, ovvero quei soggetti che hanno maggiore e diretto contatto con i clienti finali della destinazione.
    scopri di più >>
  • "E ogni giorno, guarderemo il mare...e ci ameremo, ci ameremo..."
    Chissà quali erano i pensieri di Romane Worg, mentre dall’Asinara cercava di far volare il suo sguardo regale oltre il mare, oltre la terra e poi di nuovo oltre il mare. E quante volte avrà lasciato che i pensieri le avvolgessero la testa, come farfalle o felci di un bosco. Quante volte avrà lasciato che i piedi, sulla sabbia di una terra non sua, ripensassero alla sua casa.
    scopri di più >>
  • VENT’ANNI FA L’ULTIMO CONCERTO IN SARDEGNA DI FABRIZIO DE ANDRE’
    Il 23 luglio c’è Fabrizio a Nùoro. Io vado. Anche da solo, con la Panda quattro per zero. “Cosa vuol dire?” Chiese mio zio. “Che la mia Panda aragostana, nessuna insolazione e nessun legame con Alghero, funziona per inerzia: ricevuta una spinta iniziale, procede da sola”. “Allora vengo anche io. Però andiamo con la mia. Biglietti? Costo? Posto?” “So solo che è a Nùoro e quest’anno  a Cagliari non verrà”.
    scopri di più >>
  • “SARDINIA EAST LAND” AL VAGLIO DEI GAL. DAL TURISMO GRANDI OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO: LA SPESA INTERNAZIONALE POTREBBE RADDOPPIARE NEL GIRO DI POCHI ANNI.
    A circa due settimane dal ciclo di appuntamenti che ha portato i componenti della Cabina di Regia del Progetto “Sardinia East land – destinazione globale Nuosese Ogliastra” a incontrare i sindaci della provincia, con lo scopo di ascoltare la voce dei rappresentanti locali e ottenere indicazioni inerenti all’offerta turistica di tutte le zone, prosegue il processo di audit territoriale che getterà le basi per la costituzione del catalogo di offerta e del piano strategico della destinazione.  Nella mattinata di martedì 17, l’amministratore straordinario della Provincia, Costantino Tidu, il Sindaco di Nuoro, Andrea Soddu e il Presidente della Camera di Commercio, Agostino Cicalò, affiancati dal team tecnico e dal consulente di progetto Beppe Giaccardi, incontreranno a Nuoro i rappresentanti dei Gruppi di Azione Locale di tutta la provincia con l’obiettivo di confrontarsi in merito alle politiche di programmazione turistica in corso di attuazione.
    scopri di più >>
  • NASCE A NUORO L’ASSOCIAZIONE “TEMPO SOLIDALE” PER METTERE A DISPOSIZIONE DEI PIÙ BISOGNOSI IL PROPRIO TEMPO E LE PROPRIE COMPETENZE.
    A circa tre mesi dalla presentazione pubblica del progetto , l’idea di aiutare i soggetti in difficoltà e le famiglie più bisognose, prende corpo, con la costituzione di un nuovo soggetto associativo: “Tempo Solidale Nuoro” , nato da un’intuizione dell’ “Associazione Dialogo e Rinnovamento”, già promotrice dell’istituzione del Distretto Culturale nel Nuorese. In una stagione della vita sociale e politica caratterizzata da proclami e da inutili contrapposizioni, l’obiettivo dell’Associazione è di dare voce, con azioni concrete, alla grande rete di solidarietà che coinvolge tante persone, uomini e donne, che hanno deciso di sperimentare la forza e la bellezza dell’impegno a favore degli ultimi.
    scopri di più >>