A Cagliari dal 18 maggio al 15 giugno la prima edizione speciale di LIFE AFTER OIL International Film Festival

L'Associazione Culturale Sardegna in Movimento di Cagliari e LIFE AFTER OIL Associazione Culturale di Sassari organizzano la prima edizione speciale di LIFE AFTER OIL International Film Festival che si terrà a Cagliari presso il Jester Club di Via Roma 257, tutti i Giovedì dalle ore 20:00, dal 18 Maggio al 15 Giugno. 

Una selezione di 17 film racconterà le prime tre edizioni della manifestazione ideata e diretta dal regista Massimiliano Mazzotta, tenutesi a Martis nel 2014 e nel 2015 e a Stintino nel 2016. Si aggiunge dunque alla rete internazionale di LIFE AFTER OIL IFF, Skepto IFF di Cagliari. La rete raccoglie diverse realtà tra cui International Short Film Festival di Bangalore (India), Rajasthan IFF di Jaipur (India) e Milano Film Festival. Si continua così a consolidare lo sviluppo di collaborazioni con associazioni locali, nazionali ed internazionali, per esprimere e rafforzare lo spirito nomade che caratterizza LIFE AFTER OIL IFF e la sua visione "olistica", secondo la quale ogni luogo è tutto il pianeta e tutti siamo responsabili del luogo in cui viviamo, vivremo e vivranno i nostri figli. Ovunque cresceranno.

Si inizia il 18 Maggio con L'ARIA DI ELMAS, inchiesta realizzata nel 2015 dal regista Massimiliano Mazzotta, che indaga sulla vicenda del PSA (Piano di sviluppo aeroportuale Aeroporto di Cagliari-Elmas).

Il 25 Maggio per la sezione LIFE OF SARDINIA verrà presentata una selezioni di cortometraggi di registi sardi che hanno partecipato alle edizioni precedenti del festival e INCHIESTA A PERDADEFOGU, il docufilm del 1961 di Giuseppe Ferrara, scomparso il 25 giugno 2016. Ferrara oltre ad aver premiato OIL di Massimiliano Mazzotta (Motivazione: " Per la rabbia militante con cui documenta la delittuosità di un sistema industriale") era presidente onorario dell'Associazione Culturale LIFE AFTER OIL. Dalla quarta edizione del festival il premio miglior documentario verrà intitolato al maestro.

25 Maggio - LIFE OF SARDINIA short-films:

INCHIESTA A PERDASDEFOGU, 1961, by Giuseppe Ferrara, Doc 10'
COLORI PRIMARI, 2016, by Monica Dovarch, Doc 16'
DEATH AFTER OIL, 2015, Nicola Garau, Fiction 6'
LADIRI, 2014 by Andrea Mura, Doc 8'
L'ISOLA DEL SOLE NERO, 2015, by Andrea Arena, Doc 15'
MARTIS, 2015, by MartisFilmLab, Doc 30'
NODAS, 2015, by Andrea Mura e Umberto Cao, Doc 20'
STRASCICO A NORD, Sardegna 2015, by Fabian Volti, Doc 24'  

Il 1° Giugno è in programma il docu-film BIKES VS CARS di Fredrik Gertten, un documentario di 88 minuti che ci conduce fra i cicloattivisti di alcune grandi metropoli e indaga su come l'automobile si è affermata come mezzo di trasporto più utilizzato nel mondo.

L'8 Giugno LIFE AFTER OIL IFF propone una selezione di cortometraggi internazionali:

BENDITO MACHINE IV, Spain 2014 by Jossie Malis, Animation 10'
MY FOREST, Belgium 2014 by Sebastien Pins, Fiction 6'
HIJOS DE LA TIERRA, Spain 2014, by Patxi Uriz e Axel '0 Mill, Doc 30'
OIL SMELL, Russia 2016, by Irinia Vlasova, Doc 13'
UNE PASSION D'OR ET DE FEU, Belgium 2014 by Sebastien Pins, Fiction 6'
VOS LARMES SONT NOTRE ENERGIE, France 2016 by Robin Vies, Fiction 26'
 
Il 15 Giugno a chiudere la rassegna sarà 10 BILLION - what's on your plate? di Valentin Thurn, regista tedesco vincitore di numerosi premi internazionali, che indaga la produzione agroalimentare sostenibile e insostenibile in giro per il pianeta, in previsione del traguardo di 10 miliardi di abitanti della Terra nel 2050.

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Impossibile non amare la Sardegna e i sardi. Emozionante lettera di un turista vicentino in vacanza
    Sono da poco rientrato da due settimane trascorse in giro per la Sardegna. Non ho scritto nulla sui miei spazi social durante i miei giorni nell’isola. Ho lasciato parlare le molte immagini fotografiche, abbagliato da ciò che vedevo, sentivo, odoravo, gustavo e toccavo. Perché l'isola mi è esplosa intorno, e inevitabilmente mi è esplosa anche dentro. Ma poi il risultato di queste deflagrazioni necessita di tempo per posarsi e decantare e ci vorrà ancora ulteriore tempo per coglierne appieno l'essenza e la persistenza. 
    scopri di più >>
  • Cresce l’occupazione dipendente in Sardegna: +3% in un anno
    Cresce nel secondo trimestre del 2017 l'occupazione dipendente in Sardegna. A certificarlo sono i dati del SIL Sardegna (Sistema informativo del lavoro) elaborati dall'Osservatorio del mercato del lavoro dell'ASPAL (Agenzia sarda per le Politiche Attive per il Lavoro) che fotografano i flussi dei contratti registrati sul sistema della Regione. 
    scopri di più >>
  • LA VOCE DEI MINATORI DELLA MINIERA DI OLMEDO, CONTINUITA’ E PERSEVERANZA AD ABBATTERE IL TEMPO E IL SILENZIO
    La terra e le sue ricchezze, il lavoro duro di chi porta alla luce e rende fruibili alla comunità i suoi frutti, siano essi cresciuti al sole o maturati nel suo grembo in un susseguirsi di tempi, di cui spesso l’uomo moderno ha perso cognizione; risorse che nel tempo e nello scandirsi dello sviluppo economico hanno ridisegnato una geografia di mancate corrispondenze tra l’abbondanza di ciò che la terra offre, la dignità di chi su quella terra è nato, e logiche economiche e politiche spesso discordanti che nel loro sterile autoalimentarsi rimangono indifferenti al grido di coloro a cui non vengono riconosciuti diritti di base in una Repubblica che come la nostra si dice fondata sul lavoro.
    scopri di più >>
  • In Sardegna B&B nei bunker militari
    Sfruttare lo straordinario patrimonio della seconda guerra mondiale in Sardegna, disseminata di piccoli e grandi bunker, per aprire una nuova frontiera del turismo sostenibile, naturalistico ed escursionistico. Accanto alla valorizzazione in chiave turistica dei fari costieri voluta dalla Regione, arriva ora la proposta di legge dei Riformatori per riqualificare queste ex postazioni militari e rispondere così alle nuove esigenze ricettive di un'utenza sempre più attenta a vacanze alternative.
    scopri di più >>
  • Un pezzo NY a Cagliari con Ape musicale
    Un pezzo di New York nel cuore di Cagliari, nel vecchio Teatro civico di Castello distrutto dalle bombe della seconda guerra mondiale e da qualche anno rimesso a nuovo: domani l'esordio nazionale de L'Ape musicale di Lorenzo Da Ponte, per la prima volta nella ricostruzione effettuata dal musicologo Francesco Zimei su commissione del Teatro Lirico di Cagliari. L'opera è ambientata a Manhattan, ma ricorda molto anche la Sardegna tra sfondi di cielo azzurro, palme e casotti: sembra proprio di stare al Poetto, la spiaggia dei cagliaritani. 
    scopri di più >>
  • Amarcord Sardinia: un racconto corale della Sardegna Anni Settanta
    Ci sono quelle storie che si raccontano sulla carta, intrise di parole e descrizioni e quelle che vivono nelle sfumature di una foto, frutto di uno scatto curioso e indagatore. E sono queste ultime quelle che, con rara raffinatezza è riuscito a raccontare il fotografo milanese Ferdinando Longhi, artista dell’immagine quotato a livello internazionale che dal 2 al 5 settembre (H. 10-13, 17-21) con i suoi scatti in esposizione nella suggestiva Casa delle Dame, a pochi passi dal castello della Fava di Posada. Inaugurata il 2 settembre da Antonello Domenico Cabras, uno dei più promettenti ricercatori italiani nel campo della ricerca medica,  “Amarcord Sardinia”, realizzata col patrocinio del comune di Posada e con la collaborazione della Pro Loco, è una finestra aperta sugli anni Settanta nella Baronia che non ti aspetti.
    scopri di più >>