Concorso Letterario "Parole sulla Pietra" I Edizione

Il Concorso è aperto a tutti, scrittori esordienti e non, di tutte le età.

L’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, con sede sociale e legale in Domusnovas (CI), indìce la I Edizione del Concorso Letterario "Parole sulla pietra". Il Concorso si propone di promuovere la diffusione della scrittura, favorendo gli autori meritevoli che non hanno ancora conosciuto la notorietà presso il grande pubblico. Il Concorso è aperto a tutti (scrittori esordienti e non) e a tutte le età (anche i minorenni possono partecipare, in caso di qualificazione come finalista è necessario la presenza di uno dei genitori per il ritiro del premio).

Inoltre ha lo scopo di promuovere e stimolare la conoscenza della cultura, delle tradizioni e delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e monumentali dell’area sud - ovest della Sardegna, con particolare attenzione al territorio locale di Domusnovas. Il concorso si Articola in 2 (due) sezioni di narrativa:

RACCONTI

Possono accedere gli scrittori che abbiano compiuto 15 anni entro il 31 Maggio 2017. I lavori, nella loro interezza, non dovranno superare la lunghezza massima di 20.000 battute complessive, spazi bianchi compresi. Sarà tollerata una lunghezza massima di 25.000 battute. Non è prevista una lunghezza minima delle opere.La formattazione è libera, cosı̀ come il tema. I fogli stampati devono essere numerati e su ogni foglio, in alto, deve essere riportato il titolo del racconto.

FIABE E RACCONTI DI BAMBINI

Possono accedere i bambini che abbiano compiuto 8 anni entro il 31 Maggio 2017 e che, alla stessa data, non ne abbiano ancora compiuto 15. I lavori, nella loro interezza, non dovranno superare la lunghezza massima di 10.000 battute complessive, spazi bianchi compresi. Sarà tollerata una lunghezza massima di 12.000 battute. Non è prevista una lunghezza minima delle opere. Il tema della fiaba o del racconto è libero, ma deve prendere spunto da una fiaba o da un racconto noto (nei personaggi e nel motivo principale) e prevederne lo stra-svolgimento in ambientazione domusnovese. La formattazione è libera , i fogli stampati devono essere numerati e su ogni foglio, in alto, deve essere riportato il titolo del racconto.

I lavori dovranno essere consegnati a mano o spediti in busta chiusa all’indirizzo dell’Associazione entro e non oltre le ore 24 del 31 Maggio 2017 (nel caso di consegna a mano verrà rilasciata una ricevuta, nel caso di spedizione farà fede il timbro postale di partenza).

 

REGOLAMENTO

 

Art. 1 - L’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, con sede sociale e legale in Domusnovas (CI), alla via XXV Aprile n. 65, (www.associazioneldamazzocchiscarzella.com, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) indìce la I Edizione del Concorso Letterario "Parole sulla pietra".

Il Concorso si propone di promuovere la diffusione della scrittura, favorendo gli autori meritevoli che non hanno ancora conosciuto la notorietà presso il grande pubblico. Il Concorso è aperto a tutti (scrittori esordienti e non) e a tutte le età (anche i minorenni possono partecipare, in caso di qualificazione come finalista è necessario la presenza di uno dei genitori per il ritiro del premio).

Inoltre, il Concorso ha lo scopo di promuovere e stimolare la conoscenza della cultura, delle tradizioni e delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e monumentali dell’area sud - ovest della Sardegna, con particolare attenzione al territorio locale di Domusnovas.

Art. 2 - Il concorso si Articola in 2 (due) sezioni di narrativa:

- Racconti - Fiabe e racconti di bambini

Per il regolamento delle sezioni si rimanda ai successivi paragrafi:

“RACCONTI”

Possono accedere gli scrittori che abbiano compiuto 15 anni entro il 31 Maggio 2017. I lavori, nella loro interezza, non dovranno superare la lunghezza massima di 20.000 battute complessive, spazi bianchi compresi. Sarà tollerata una lunghezza massima di 25.000 battute. Non è prevista una lunghezza minima delle opere.La formattazione è libera, cosı̀ come il tema. I fogli stampati devono essere numerati e su ogni foglio, in alto, deve essere riportato il titolo del racconto.

“FIABE E RACCONTI DI BAMBINI”

Possono accedere i bambini che abbiano compiuto 8 anni entro il 31 Maggio 2017 e che, alla stessa data, non ne abbiano ancora compiuto 15. I lavori, nella loro interezza, non dovranno superare la lunghezza massima di 10.000 battute complessive, spazi bianchi compresi. Sarà tollerata una lunghezza massima di 12.000 battute. Non è prevista una lunghezza minima delle opere. Il tema della fiaba o del racconto è libero, ma deve prendere spunto da una fiaba o da un racconto noto (nei personaggi e nel motivo principale) e prevederne lo stra-svolgimento in ambientazione domusnovese. La formattazione è libera , i fogli stampati devono essere numerati e su ogni foglio, in alto, deve essere riportato il titolo del racconto.

- n. 2 copie dell’opera in formato cartaceo. Su entrambe le copie sarà indicato il titolo e la sezione - categoria a cui si vuole partecipare (es. Sezione “Racconti” o Sezione “Fiabe e racconti di bambini”).

Una sola di esse recherà nell’intestazione i dati anagrafici e i recapiti domiciliari e telefonici dell’autore, compreso un indirizzo di posta elettronica; è importante indicare una mail, in quanto attraverso di essa il partecipante riceverà una risposta dalla segreteria del Concorso in merito all’arrivo del plico e alla regolare iscrizione al concorso.

- Un breve biografia e presentazione dell’autore (facoltativa per i partecipanti alla sezione per bambini), con indicazione della fonte da cui si è appresa la notizia del Concorso (pubblicità, passa parola, testata giornalistica cartacea, radio o tv; se su internet: motore di ricerca, sito istituzionale, notiziario web; altro). - I partecipanti alla sezione "Racconti" allegheranno anche ricevuta dell’avvenuto pagamento di Euro 10,00 (dieci) per diritti di segreteria, da effettuarsi a mezzo bonifico bancario cn le seguenti coordinate: IBAN: IT96S0306967684510732593396 intestato a Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, con la causale: Iscrizione Concorso "Parole sulla pietra" - I EDIZIONE - sezione RACCONTI. I lavori dovranno essere inviati via posta o consegnati a mano, al seguente indirizzo:

Associazione Elda Mazzocchi Scarzella Concorso letterario "Parole sulla pietra" I Edizione via XXV Aprile n. 65 – 09015 Domusnovas (CI)

 

Art. 3 - I lavori dovranno essere consegnati a mano o spediti in busta chiusa all’indirizzo dell’Associazione entro e non oltre le ore 24 del 31 Maggio 2017 (nel caso di consegna a mano verrà rilasciata una ricevuta, nel caso di spedizione farà fede il timbro postale di partenza). Nel plico saranno contenuti:

Associazione Elda Mazzocchi Scarzella (AEMS) - Codice Fiscale: 90038340924 via XXV Aprile n. 65, - 09015 Domusnovas (CI) www.associazioneldamazzocchiscarzella.comassoelda. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Art. 4 - Ai primi tre classificati della sezione Racconti andranno i seguenti premi:

1° - 250 €

2° - 100 €

3° - 5 libri

Ai primi tre classificati della sezione Fiabe e racconti di bambini andranno i seguenti premi:

1° - 70 €

2° - 4 libri

3° - 2 libri

In caso di mancata assegnazione dei premi, l’AEMS si riserva di deciderne la destinazione.

Art. 5 - Le opere che partecipano al Concorso devono essere inedite, pena l’esclusione. Per inedite s’intende mai pubblicate sia in forma cartacea sia in forma digitale (ebook o su Internet) fino alla proclamazione dei vincitori.

Art. 6 - È possibile partecipare anche con più opere, purché confezionate in plichi separati (la spedizione può però avvenire con un unico plico più grande, con all’interno i plichi per le varie sezioni).

Art. 7 - Il concorso è aperto anche ai non residenti in Italia, purché le opere siano scritte in lingua italiana, pena l’esclusione.

Art. 8 - Le opere pervenute saranno sottoposte al vaglio di una giuria popolare nominata dal Consiglio Direttivo dell'AEMS che selezionerà sei finalisti: tre per la sezione “Racconti”, tre per la sezione “Fiabe e racconti di bambini”. Le opere finaliste saranno, in ultima fase, valutate da una giuria tecnica, composta da professionisti e specialisti del settore. Sarà quest’ultima a stabilire, in maniera inappellabile, l’ordine dei vincitori del Concorso, per entrambe le sezioni. Entrambe le giurie avranno a disposizione solo opere anonime, ovvero prive del nome dell’autore.

Art. 9 - La proclamazione dei vincitori e l'assegnazione dei premi avverranno durante i festeggiamenti per l'anniversario della fondazione dell'AEMS, nel mese di Giugno 2017, con modalità che saranno comunicate tempestivamente tramite pubblicizazione web e via mail.

Associazione Elda Mazzocchi Scarzella (AEMS) - Codice Fiscale: 90038340924 via XXV Aprile n. 65, - 09015 Domusnovas (CI) www.associazioneldamazzocchiscarzella.comassoelda. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Art. 10 - Il materiale inviato non verrà restituito.

Art. 11 - L'AEMS si farà carico di prendere i contatti con le possibili case editrici proponendo la pubblicazione, sotto la forma scelta con insindacabile decisione dall'eventuale casa editrice che aderirà all'iniziativa.

Art. 12 – I vincitori del concorso (1°, 2°, 3° classificato) cederanno i diritti d’autore per l’antologia a titolo gratuito all’AEMS ONLUS, che si farà carico delle seventuali spese di edizione. Fermo restando che i diritti d’autore rimangono comunque proprietà dei singoli autori.

Informativa ex Art 13 del D.lg. 196/2003 sulla tutela dei dati personali - I partecipanti al concorso letterario “Parole sulla pietra” autorizzano la segreteria dell’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella ed il partner Editoriale che aderirà all'iniziativa del concorso al trattamento dei dati personali, al fine di permettere il corretto svolgimento delle diverse fasi di selezione del concorso stesso e allo scopo di informare su tutte le attività culturali ed editoriali. Responsabile del trattamento dei dati personali è il Presidente dell’Associazione Elda Mazzocchi Scarzella, dott. ssa Maria Giovanna Dessì.

 

 

INFO E CONTATTI

Associazione Elda Mazzocchi Scarzella (AEMS) - Codice Fiscale: 90038340924 via XXV Aprile n. 65, - 09015 Domusnovas (CI) www.associazioneldaazzocchiscarzella.com Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Impossibile non amare la Sardegna e i sardi. Emozionante lettera di un turista vicentino in vacanza
    Sono da poco rientrato da due settimane trascorse in giro per la Sardegna. Non ho scritto nulla sui miei spazi social durante i miei giorni nell’isola. Ho lasciato parlare le molte immagini fotografiche, abbagliato da ciò che vedevo, sentivo, odoravo, gustavo e toccavo. Perché l'isola mi è esplosa intorno, e inevitabilmente mi è esplosa anche dentro. Ma poi il risultato di queste deflagrazioni necessita di tempo per posarsi e decantare e ci vorrà ancora ulteriore tempo per coglierne appieno l'essenza e la persistenza. 
    scopri di più >>
  • Cresce l’occupazione dipendente in Sardegna: +3% in un anno
    Cresce nel secondo trimestre del 2017 l'occupazione dipendente in Sardegna. A certificarlo sono i dati del SIL Sardegna (Sistema informativo del lavoro) elaborati dall'Osservatorio del mercato del lavoro dell'ASPAL (Agenzia sarda per le Politiche Attive per il Lavoro) che fotografano i flussi dei contratti registrati sul sistema della Regione. 
    scopri di più >>
  • LA VOCE DEI MINATORI DELLA MINIERA DI OLMEDO, CONTINUITA’ E PERSEVERANZA AD ABBATTERE IL TEMPO E IL SILENZIO
    La terra e le sue ricchezze, il lavoro duro di chi porta alla luce e rende fruibili alla comunità i suoi frutti, siano essi cresciuti al sole o maturati nel suo grembo in un susseguirsi di tempi, di cui spesso l’uomo moderno ha perso cognizione; risorse che nel tempo e nello scandirsi dello sviluppo economico hanno ridisegnato una geografia di mancate corrispondenze tra l’abbondanza di ciò che la terra offre, la dignità di chi su quella terra è nato, e logiche economiche e politiche spesso discordanti che nel loro sterile autoalimentarsi rimangono indifferenti al grido di coloro a cui non vengono riconosciuti diritti di base in una Repubblica che come la nostra si dice fondata sul lavoro.
    scopri di più >>
  • In Sardegna B&B nei bunker militari
    Sfruttare lo straordinario patrimonio della seconda guerra mondiale in Sardegna, disseminata di piccoli e grandi bunker, per aprire una nuova frontiera del turismo sostenibile, naturalistico ed escursionistico. Accanto alla valorizzazione in chiave turistica dei fari costieri voluta dalla Regione, arriva ora la proposta di legge dei Riformatori per riqualificare queste ex postazioni militari e rispondere così alle nuove esigenze ricettive di un'utenza sempre più attenta a vacanze alternative.
    scopri di più >>
  • Un pezzo NY a Cagliari con Ape musicale
    Un pezzo di New York nel cuore di Cagliari, nel vecchio Teatro civico di Castello distrutto dalle bombe della seconda guerra mondiale e da qualche anno rimesso a nuovo: domani l'esordio nazionale de L'Ape musicale di Lorenzo Da Ponte, per la prima volta nella ricostruzione effettuata dal musicologo Francesco Zimei su commissione del Teatro Lirico di Cagliari. L'opera è ambientata a Manhattan, ma ricorda molto anche la Sardegna tra sfondi di cielo azzurro, palme e casotti: sembra proprio di stare al Poetto, la spiaggia dei cagliaritani. 
    scopri di più >>
  • Amarcord Sardinia: un racconto corale della Sardegna Anni Settanta
    Ci sono quelle storie che si raccontano sulla carta, intrise di parole e descrizioni e quelle che vivono nelle sfumature di una foto, frutto di uno scatto curioso e indagatore. E sono queste ultime quelle che, con rara raffinatezza è riuscito a raccontare il fotografo milanese Ferdinando Longhi, artista dell’immagine quotato a livello internazionale che dal 2 al 5 settembre (H. 10-13, 17-21) con i suoi scatti in esposizione nella suggestiva Casa delle Dame, a pochi passi dal castello della Fava di Posada. Inaugurata il 2 settembre da Antonello Domenico Cabras, uno dei più promettenti ricercatori italiani nel campo della ricerca medica,  “Amarcord Sardinia”, realizzata col patrocinio del comune di Posada e con la collaborazione della Pro Loco, è una finestra aperta sugli anni Settanta nella Baronia che non ti aspetti.
    scopri di più >>