Luglio 19, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    La voce del lettore

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Da Capo Teulada, lembo estremo poetico

    il mar Tirreno che si riflette sulle bianche

    spiagge e le dune, gobbe al sole mai stanche

    né esausto agli occhi un caldo saturo cuore

    d’ isola il suo patrimonio assolato di colore.

    Giare e tacchi colline come in un quadrante

    d’orologio una clessidra vasta e pianeggiante;

    rocce di calcare e di dolomia

    come sul Gennargentu catena coi rifugi

    al vento l’aria pettinando la Taxus baccata

    i pochi residui della vita sulla morte

    che speranza sui rami, dell’altura prospera

    e procrea l’aria  di Sardegna che

    del vento spira la sua porta, su “ pietre spaccate “

    cima rotonda e spoglia Punta La Marmora

    coi suoi nevai di temperatura l’altitudine.

    FABIO STRINATI

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    365 giorni..questi i lunghi giorni che mi separano da LEI, da viaggio a viaggio. Ogni anno l’estate dovrà scorrere in fretta per accogliere, al più presto, SETTEMBRE…quel mese che per me, ormai, significa SARDEGNA! Il lungo viaggio in traghetto è il mio dormiveglia, un momento di sospensione  finchè, alle prime luci dell’alba o allo spuntare della luna, riesco a scorgere- nonostante la miopia- la sagoma di Tavolara che, imponente, sembra aspettarmi con impazienza e salutarmi…in quell’attimo mi si gonfia il cuore e mi abbandono al mio SOGNO. Sogno che da qualche anno è diventato nostro, perché la meraviglia è ancora più bella in due. Non so spiegarmi la natura o l’intensità di questo legame con l’isola anche se, velatamente ed in sordina, ha sempre fatto parte della mia vita.

    La voce del lettore
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Con molto stupore e disappunto abbiamo appreso la notizia che l’ ASL di Oristano presso l’ospedale San Martino ha predisposto l’ambulatorio infermieristico per intensità di cure ai diabetici. Il modello innovativo – come dichiarato - si basa sulla valorizzazione della figura dell’infermiere, sulla maggiore sicurezza, appropriatezza e continuità dell’assistenza. Sono spiacente sottolineare che tale modello non è stato sottoposto alle organizzazioni dei diabetici ADIG Sarda.

    Share