Maggio 22, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    L'opinione

    L'opinione
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Finalmente giovedì si vota per il referendum. Era ora. Sono mesi che nel Regno Unito non si parla d'altro. In TV, sui giornali, discussioni accese a cena con amici o nel taxi con l'autista che ha messo l'adesivo LeaveEU (lasciamo l'UE) in bella vista tanto per evitare fraintendimenti. E il tema più caldo è, prevedibilmente, quello dell'immigrazione.

    L'opinione
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Bitti, Centro dell'alto nuorese ha esiti linguistici riconducibili al gruppo linguistico appunto dell'alto nuorese / bittese e Baroniese. Questa parlata è arcaica per il mantenimento delle sorde intervocaliche P T e K che vengono conservate in tutti gli esiti iniziali e intervocalici come per il comparto baroniese : Ischire sapere ISchitu saputo Natu detto Cojuatu sposato Chipudda cipolla Nepote nipote.

    L'opinione
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Ha fatto bene il giornalista Luciano Piras, con il suo ottimo articolo “Atene Sarda capitale degli insulti”, a richiamare l’attenzione sul fatto che Nuoro «sia travolta da una crisi di rappresentanza che lascerà il segno nella storia». Una crisi di rappresentanza che sta coinvolgendo l’intero territorio sempre più in difficoltà nel far valere le proprie istanze. Eppure Grazia Deledda, descrivendo le principali caratteristiche del capoluogo, lo aveva definito “il luogo più colto e battagliero della Sardegna”. Se la cultura resta una peculiarità distintiva di Nuoro e dei nuoresi, si è persa invece proprio la capacità di lottare per il territorio e il bene comune. Sono subentrate indifferenza, inerzia e arrendevolezza, manca una reazione convinta ed efficace al degrado e al declino.

    Share