Gennaio 23, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Sardegna Domani

    Sardegna Domani
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Chiara Murru è insegnante, attrice e regista nello Spazio-T scuola di teatro e centro di aggregazione e produzione teatrale di cui è socia fondatrice. Vincitrice del Premio Miglior Regia al Roma Fringe Festival 2012, con lo spettacolo "Il Sentiero dei Passi Pericolosi – una tragedia stradale" di M.M. Bouchard. È ideatrice e regista della performance con le maschere dei mamuthones "#KOI cantando danzavamo" progetto selezionato da CeDAC per #giovaniidee 2015 cooprodotto da Le Ragazze Terribili. Collabora con Sardegna Teatro (Teatro Stabile della Sardegna)Abbiamo incontrato Chiara per una chiacchierata sul suo lavoro, sul teatro e lo Spazio T di Alghero: culla di arte e cultura in Sardegna.

    Sardegna Domani
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Questa è una storia fatta di voglia di vivere, forza e coraggio. Potrei definirla "intervista silenziosa" ma di silenzioso non c'è nulla. Il puntatore con il quale mi parla Andrea fa rumore, così come fa un gran rumore il suo battito del cuore. Persino i suoi sogni sono assordanti e sono tutti accompagnati dalla musica che ascolta e che lui stesso "mixa". Sì perché la musica è il vero antidoto che utilizza per curare la sclerosi laterale amiotrofica. Una malattia terribile che tutti hanno imparato a conoscere con tre lettere: "SLA". Tre semplici, orribili, lettere che, per il momento, la scienza riesce solo a rallentare.

    Sardegna Domani
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Un meraviglioso mini documentario realizzato dai ragazzi delle classi seconda del Liceo delle scienze umane e musicali “Sebastiano Satta" di Nuoro che raccontando la tradizione del pane carasau ci fa rivivere l'atmosfera narrata dal poeta nuorese Sebastiano Satta mostrandoci immagini d'epoca e rivisitazioni contemporanee del nostro pane sardo più illustre. I ragazzi vincono il primo premio del concorso dedicato al tema del Digital food indetto dall'Ufficio Scolastico Regionale della Sardegna e AICA, Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico, avendo curato suoni, testi ed immagini attraverso la valorizzazione didattica delle tecnologie multimediali attualmente più diffuse.

    Share