Vittorio, mago degli spaghetti 'neri'

5 sughi al sapore di mare, estro e talento per piatto d'autore

Da 41 anni sono il suo cavallo di battaglia. Gli 'spaghetti neri alla Vittorio' è il piatto più rinomato dell'omonimo ristorante di Carloforte, cittadina sull'isola di San Pietro dove si parla tabarchino. Un gustosissimo primo che Vittorio Poma, 72 anni, carlofortino doc, ha realizzato miscelando sapori di mare e cinque sughi diversi: crostacei, pesto, ragù di tonno, rosso di vongole e il tocco finale, il nero di seppia. Il tutto arricchito da cipolla, aglio, brandy, olio evo e altro ancora.

 

Non ha remore a indicare gli ingredienti il ristoratore del locale aperto nel 1967 nel Corso Battellieri, sul lungomare, di fronte all'attracco dei traghetti. Ma solo lui riesce ad amalgamarli a puntino, farli saltare in padella con un'abilità tale da dar vita ad un gusto inconfondibile. "Li ho inventati una mattina di 41 anni fa, nel 1976 - racconta Vittorio all'ANSA - allora lavoravo con pochi clienti e due tavolini e servivo i piatti tradizionali.

Ho detto a mia moglie 'Graziella, se non si ha un piatto forte si è destinati a restare un ristorante qualsiasi. Per fare il salto di qualità bisogna usare un pò di fantasia'. Così ho cominciato a giocare con sapori e ingredienti e a dare quel non so in più di personale al piatto carlofortino". E' piaciuto subito per quel suo sapore unico e il passaparola ha funzionato. Con lui lavorano la moglie e i figli.

Luca sta in cucina e sta affinando sempre più l'arte tra i fornelli, Tiziana cura la sala e la gastronomia. Nel locale di Vittorio il Mago, come viene chiamato, sono passati politici, calciatori, attori. Ogni anno è quasi un pellegrinaggio per tanti turisti che fanno una capatina nel suo locale per riconfermare la bontà degli spaghetti.

Autodidatta, Vittorio si è creato un'identità che lo ha reso tra gli ambasciatori della cucina carlofortina doc. La sua storia ha il sapore della favola. Nel 1967 inizia come cameriere nella trattoria della signora Anna Napoli, la prima donna nel campo della ristorazione a Carloforte. Anna riconosce subito in lui passione e talento, lo accoglie come un figlio.

Il locale cambia none, Vittorio diventa chef e patron dell'omonimo ristorante. "Sono orgoglioso di babbo, mi ha dato tanti insegnamenti preziosi per il lavoro e per la vita - dice Luca, il figlio - da una idea, da un esperimento in cucina ha dato vita ad un sugo conosciuto in tutto il mondo. Per me un grande esempio".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Conto alla rovescia per Marco Buttu. L'Ingegnere gavoese in missione in Antartide ai limiti del possibile, ai confini del mondo.
    Un anno nel deserto ghiacciato dell'Antartide a sperimentare l'atmosfera, il cielo, la terra e la biologia dell'uomo. Sono questi i temi al centro degli studi che il PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide), l'ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), e il CNR (Consiglio Nazionale delle ricerche), in collaborazione con l'IPEV francese (Institut Polaire Paul-Emile Victor) affronteranno, inviando tredici professionisti europei in una mission quasi impossible.
    scopri di più >>
  • Il carasau entra ufficialmente nel dizionario Zingarelli
    In occasione del centenario (1917 – 2017) del vocabolario della lingua italiana Zingarelli, mercoledì 8 novembre, al liceo Dettori di Cagliari, ci sarà un incontro con gli studenti dedicato al dizionario, con l’intervento del linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, dell'università di Cagliari e della sociolinguista Vera Gheno, dell'università di Firenze. Un viaggio intorno alla parole per spiegare il passato, il presente e il futuro del nostro idioma, tra inglesismi, neologismi e vocaboli perduti. 
    scopri di più >>
  • Ma quando esce “Le tigri del Gocèano”? Intervista a Vanni Lai, finalista Premio Italo Calvino
    “Le Tigri del Gocèano di Vanni Lai. Una Sardegna ben reale dell’inverno 1955-56 è lo scenario della sua narrazione presenta tratti spiazzanti, quasi distopici. Qui, ancora una volta, la tradizione sarda ci presenta un frutto della sua inesausta vitalità. Il passato che non passa si concretizza nella densa tragedia annunciata con la sua vittima sacrificale, un giovane bandito senza scampo: per lui non c’è più posto nel mondo”. (Giuria – Premio Italo Calvino 2017)
    scopri di più >>
  • Ploaghe: Gianni Tetti con il Grande Nudo Experience BiblioTour
    "Grande Nudo", ultimo romanzo del sassarese Gianni Tetti, riprende ancora una volta il suo viaggio in Sardegna. L'appuntamento è per venerdì 3 novembre a Ploaghe, alle 20.00 negli spazi dell’ex Convento dei Cappuccini in via Pietro Salis, dove a presentare l'opera, accanto all'autore, saranno il giornalista Giovanni Dessole e il delegato alla cultura del Comune di Ploaghe, Giovanni Salis.
    scopri di più >>
  • SINESTESIE: CineConcerti in scena
    Tre spettacoli, tre racconti proiettati in scena: questa la prima edizione della Rassegna di CineConcerti - SINESTESIE. Nel mese di Novembre la Casa di Suoni e Racconti proseguirà il suo impegno artistico nella creazione di un dialogo tra le Arti iniziato con la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica - SIGNIFICANTE e il Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE, progettando questa volta l’incontro tra il Cinema e la Musica.
    scopri di più >>