Sapori di sardegna

Vittorio, mago degli spaghetti 'neri'
5 sughi al sapore di mare, estro e talento per piatto d'autore

Da 41 anni sono il suo cavallo di battaglia. Gli 'spaghetti neri alla Vittorio' è il piatto più rinomato dell'omonimo ristorante di Carloforte, cittadina sull'isola di San Pietro dove si parla tabarchino. Un gustosissimo primo che Vittorio Poma, 72 anni, carlofortino doc, ha realizzato miscelando sapori di mare e cinque sughi diversi: crostacei, pesto, ragù di tonno, rosso di vongole e il tocco finale, il nero di seppia. Il tutto arricchito da cipolla, aglio, brandy, olio evo e altro ancora.

Continua
Pane frattau al tonno fresco, pomodorini e capperi
Una ricetta fresca ed estiva che gioca con un vero principe della tavola: il tonno rosso di Carloforte

A fine giugno Carloforte e la sua tonnara, unicità del Mediterraneo, intingono di profumi e sapori le vie del borgo, mescolando con maestria l'intensità del tonno rosso, vero protagonista del luogo tabarchino, e la brezza marina, cornice perfetta di una storia antica.  

Celebriamo questa bontà nostrana con una ricetta - perfetta anche come antipasto- dal gusto fresco e suggestivo, di veloce preparazione e sicuro effetto. 

 

Continua
Torronai di Tonara tutelano propria arte
Nasce l'Unione di 25 produttori e venditori locali

I torronai di Tonara si costituisco in associazione per tutelare il loro mestiere ed il loro prodotto. "Unione torronai Tonara" racchiude 25 imprese locali tra venditori e produttori di questo dolce tipico a base di miele, frutta secca e albume d'uovo. Ora il torrone di Tonara ha un marchio che ne garantisce qualità, autenticità e originalità. 

Continua
Spaghetti ricci e carciofi

Il gusto delicato e lievemente sapido dei ricci di mare si sposa perfettamente con il sapore intenso dei carciofi sardi.

Continua
La ricetta dei carciofi sardi sott'olio

Il Carciofo Spinoso di Sardegna è prodotto in alcuni comuni delle province di Cagliari, Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Oristano, Nuoro, Ogliastra, Sassari, Olbia-Tempio. Si caratterizza per la limitata astringenza, il sapore gradevole, conferito dall’equilibrata sintesi di amarognolo e dolciastro, per la tenerezza della polpa che ne favorisce il consumo allo stato crudo. Altre peculiarità sono la ricchezza in polifenoli e altri elementi nutritivi e livelli di sodio e ferro particolarmente contenuti. Infine la particolare conformazione del capolino che, presentando brattee strettamente appressate le une alle altre, lo preserva dalla prenotazione di sostanze esterne nocive, garantendone la salubrità. La produzione, la cultura del carciofo ed il suo legame con il territorio trovano le radici sin dal periodo dei Fenici ed arriva fino ai nostri giorni, dove rappresenta una delle economie cardine dell’agricoltura isolana. Testimonianze scritte della presenza del carciofo in Sardegna sono riscontrabili già nella seconda metà del XVIII secolo nel trattato del nobile sassarese Andrea Manca dell’Arca. Sin dai primi decenni del ‘900 si assiste ad un importante rinnovamento dell’agricoltura isolana e si passa, anche per il carciofo, da una produzione destinata all’autoconsumo ad una produzione specializzata, orientata verso i mercati di consumo nazionali ed internazionali. 

Continua
Panedda con spinaci e pecorino

La panedda, detta anche spianada, spianata o cozzula, è un pane tipico ogliastrino che presenta nell’impasto anche le patate. In questa versione viene servita con spinaci e pecorino.

Continua

    Primo piano

    • Impossibile non amare la Sardegna e i sardi. Emozionante lettera di un turista vicentino in vacanza
      Sono da poco rientrato da due settimane trascorse in giro per la Sardegna. Non ho scritto nulla sui miei spazi social durante i miei giorni nell’isola. Ho lasciato parlare le molte immagini fotografiche, abbagliato da ciò che vedevo, sentivo, odoravo, gustavo e toccavo. Perché l'isola mi è esplosa intorno, e inevitabilmente mi è esplosa anche dentro. Ma poi il risultato di queste deflagrazioni necessita di tempo per posarsi e decantare e ci vorrà ancora ulteriore tempo per coglierne appieno l'essenza e la persistenza. 
      scopri di più >>
    • Cresce l’occupazione dipendente in Sardegna: +3% in un anno
      Cresce nel secondo trimestre del 2017 l'occupazione dipendente in Sardegna. A certificarlo sono i dati del SIL Sardegna (Sistema informativo del lavoro) elaborati dall'Osservatorio del mercato del lavoro dell'ASPAL (Agenzia sarda per le Politiche Attive per il Lavoro) che fotografano i flussi dei contratti registrati sul sistema della Regione. 
      scopri di più >>
    • LA VOCE DEI MINATORI DELLA MINIERA DI OLMEDO, CONTINUITA’ E PERSEVERANZA AD ABBATTERE IL TEMPO E IL SILENZIO
      La terra e le sue ricchezze, il lavoro duro di chi porta alla luce e rende fruibili alla comunità i suoi frutti, siano essi cresciuti al sole o maturati nel suo grembo in un susseguirsi di tempi, di cui spesso l’uomo moderno ha perso cognizione; risorse che nel tempo e nello scandirsi dello sviluppo economico hanno ridisegnato una geografia di mancate corrispondenze tra l’abbondanza di ciò che la terra offre, la dignità di chi su quella terra è nato, e logiche economiche e politiche spesso discordanti che nel loro sterile autoalimentarsi rimangono indifferenti al grido di coloro a cui non vengono riconosciuti diritti di base in una Repubblica che come la nostra si dice fondata sul lavoro.
      scopri di più >>
    • In Sardegna B&B nei bunker militari
      Sfruttare lo straordinario patrimonio della seconda guerra mondiale in Sardegna, disseminata di piccoli e grandi bunker, per aprire una nuova frontiera del turismo sostenibile, naturalistico ed escursionistico. Accanto alla valorizzazione in chiave turistica dei fari costieri voluta dalla Regione, arriva ora la proposta di legge dei Riformatori per riqualificare queste ex postazioni militari e rispondere così alle nuove esigenze ricettive di un'utenza sempre più attenta a vacanze alternative.
      scopri di più >>
    • Un pezzo NY a Cagliari con Ape musicale
      Un pezzo di New York nel cuore di Cagliari, nel vecchio Teatro civico di Castello distrutto dalle bombe della seconda guerra mondiale e da qualche anno rimesso a nuovo: domani l'esordio nazionale de L'Ape musicale di Lorenzo Da Ponte, per la prima volta nella ricostruzione effettuata dal musicologo Francesco Zimei su commissione del Teatro Lirico di Cagliari. L'opera è ambientata a Manhattan, ma ricorda molto anche la Sardegna tra sfondi di cielo azzurro, palme e casotti: sembra proprio di stare al Poetto, la spiaggia dei cagliaritani. 
      scopri di più >>
    • Amarcord Sardinia: un racconto corale della Sardegna Anni Settanta
      Ci sono quelle storie che si raccontano sulla carta, intrise di parole e descrizioni e quelle che vivono nelle sfumature di una foto, frutto di uno scatto curioso e indagatore. E sono queste ultime quelle che, con rara raffinatezza è riuscito a raccontare il fotografo milanese Ferdinando Longhi, artista dell’immagine quotato a livello internazionale che dal 2 al 5 settembre (H. 10-13, 17-21) con i suoi scatti in esposizione nella suggestiva Casa delle Dame, a pochi passi dal castello della Fava di Posada. Inaugurata il 2 settembre da Antonello Domenico Cabras, uno dei più promettenti ricercatori italiani nel campo della ricerca medica,  “Amarcord Sardinia”, realizzata col patrocinio del comune di Posada e con la collaborazione della Pro Loco, è una finestra aperta sugli anni Settanta nella Baronia che non ti aspetti.
      scopri di più >>