VENT’ANNI FA L’ULTIMO CONCERTO IN SARDEGNA DI FABRIZIO DE ANDRE’

23 LUGLIO 1998: NUORO, A DUE SUGHERE DI DISTANZA DALL’HOTEL SUPRAMONTE

Il 23 luglio c’è Fabrizio a Nùoro. Io vado. Anche da solo, con la Panda quattro per zero.

“Cosa vuol dire?” Chiese mio zio.

“Che la mia Panda aragostana, nessuna insolazione e nessun legame con Alghero, funziona per inerzia: ricevuta una spinta iniziale, procede da sola”.

“Allora vengo anche io. Però andiamo con la mia. Biglietti? Costo? Posto?”

“So solo che è a Nùoro e quest’anno  a Cagliari non verrà”.

Il pomeriggio, quasi primo, del 23 luglio 1998, salimmo in Barbagia. Non sapevamo che saremmo stati tra i cinquemila a vedere l’ultimo concerto di Fabrizio in Sardegna. A due sughere di distanza dall’Hotel Supramonte. Fu anche uno dei suoi ultimi concerti in assoluto. Il tour venne interrotto a settembre: quello di Pegli era malato. A gennaio del 1999, dopo quella sua per Tenco, del 1967, ci fu  un’altra preghiera. Smisurata. Era la nostra.

Sulla 131 non trovammo l’ultimo sole , nessuna ombra e neanche un pescatore.

La Carlo Felice non era una distesa di segatura, ma di asfalto ribollente. Niente vallate dove l’ulivo si abbracciava alla vite.

Giunti con notevole anticipo in città, io ero quello più pratico: per “ben” due volte ero stato allo stadio.

Dopo un girovagare, acqua, panini, caffè e boh…individuammo il posto. L’ anfiteatro di via Catte. A mezzo duruduru, c’era Oliena e pensavamo a Gianfranco Zola. Quindi la fila per uno col resto di niente, neanche del Carlino, al botteghino. Dove trovammo unaragazza  di Villacidro.

Seduti nei gradoni, aspettavamo che il tutto avesse inizio. Mio zio si guardò intorno e disse: sono il più vecchio. Aveva 52 anni. Non era vero. Doveva compierli dopo otto giorni. Io ne avevo venti meno. Non è vero: 19 anni e mezzo in meno.

Check-sound o sound-check? No. Prove, suoni.

Luvi, Cristiano, Ellade Bandini eccetera. Verso le nove, si accendono le luci e tacciono le voci: le nostre.

Il genovese-genoano-gaddurese sboccia sul palco.

Siamo…siamo...sì, lo siamo molto.

“ L’infanzia di Maria”, “ Il testamento di Tito”, le sue spiegazioni delle canzoni, gli elogi della solitudine. Siamo commossi tutti quanti come non si può… Perché se fosse stata possibile, la descrizione sarebbe stata già scritta e descritta.  Luvi è sarda, lo dice il babbo mentre canta con lei “ Geordie”. Cristiano è un polistrumentista eccellente ( anche se sognava altro ). Molti brani hanno l’arrangiamento della Pfm: fine anni settanta.

Come “Bocca di rosa” e “ Via del Campo”. Nel 1997  Fabrizio e Fossati scrivono “ Anime salve”. Da quell’ultimo album, emigrano nei nostri cuori, non coperti da una coperta scura, “ Disamistade”, “ Ho vista Nina volare”, “ Le acciughe fanno il pallone” e le altre reliquie . Tutti e cinquemila viaggiamo nella stessa direzione: sempre più ostinata e sempre più contraria. D’altronde per la stessa ragione del viaggio viaggiare, non ammette altre destinazioni. Quattro-cinque ragazze hanno un lenzuolo. Con una bomboletta spray nera, come certe nuvole, come i corvi, hanno ricamato poche parole: Che bella compagnia!

Lo agitano in continuazione. Sembra un’onda marina. Ne sentiamo la salsedine. Ne assorbiamo l’odore. “ Volta la carta” e poi…Fabrizio decide di chiudere con “ Zirichilaggia”. Io conosco le parole e le pronuncio meglio di un afono-dislessico. Se è per quello non ne capisco neanche il senso.

Quando Fabrizio ci saluta, in tanti, siamo veramente in tanti arrivati dal sud del nostro sud, ci chiediamo: l’anno prossimo, verrà a Cagliari?

Pochi mesi dopo avevamo capito che non sarebbe più venuto a trovarci. Dopo che la sua assenza apparecchiò la cena, non volle dormire sulla collina. Decise di farsi cremare. Le ceneri vennero disperse e noi ci sentimmo persi.

Anzi: ci sentiamo persi.

Ma continuiamo a innamorarci di tutto.

Anche se non sempre corriamo dietro ai cani.

Marcello Atzeni

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Primo piano

  • L'Economia della Sardegna - Presentazione del rapporto semestrale Banca d'Italia a Nuoro
    In occasione della pubblicazione del Rapporto semestrale della Banca d'Italia sull'economia regionale, La Banca d’Italia con sede a Cagliari e la Confindustria Sardegna Centrale, promuovono l'evento "L'Economia della Sardegna" che si terrà a Nuoro il 22 novembre 2018, alle ore 10:30, in via Veneto 46. 
    scopri di più >>
  • “SARDINIA EAST LAND”: PER LA PRIMA VOLTA IMPRESE E ATTRATTORI TURISTICI DEL NUORESE E DELL’OGLIASTRA PROTAGONISTI DI UNA RICERCA ECONOMICA
    Dopo il sondaggio che ha coinvolto gli amministratori locali, il processo di analisi territoriale finalizzato alla creazione di un sistema di offerta turistica integrata tra nuorese e ogliastra, nell’ambito della misura Visit Nuorese del Piano di Rilancio della Provincia, mette al centro gli operatori economici e culturali del territorio, ovvero quei soggetti che hanno maggiore e diretto contatto con i clienti finali della destinazione.
    scopri di più >>
  • "E ogni giorno, guarderemo il mare...e ci ameremo, ci ameremo..."
    Chissà quali erano i pensieri di Romane Worg, mentre dall’Asinara cercava di far volare il suo sguardo regale oltre il mare, oltre la terra e poi di nuovo oltre il mare. E quante volte avrà lasciato che i pensieri le avvolgessero la testa, come farfalle o felci di un bosco. Quante volte avrà lasciato che i piedi, sulla sabbia di una terra non sua, ripensassero alla sua casa.
    scopri di più >>
  • “SARDINIA EAST LAND” AL VAGLIO DEI GAL. DAL TURISMO GRANDI OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO: LA SPESA INTERNAZIONALE POTREBBE RADDOPPIARE NEL GIRO DI POCHI ANNI.
    A circa due settimane dal ciclo di appuntamenti che ha portato i componenti della Cabina di Regia del Progetto “Sardinia East land – destinazione globale Nuosese Ogliastra” a incontrare i sindaci della provincia, con lo scopo di ascoltare la voce dei rappresentanti locali e ottenere indicazioni inerenti all’offerta turistica di tutte le zone, prosegue il processo di audit territoriale che getterà le basi per la costituzione del catalogo di offerta e del piano strategico della destinazione.  Nella mattinata di martedì 17, l’amministratore straordinario della Provincia, Costantino Tidu, il Sindaco di Nuoro, Andrea Soddu e il Presidente della Camera di Commercio, Agostino Cicalò, affiancati dal team tecnico e dal consulente di progetto Beppe Giaccardi, incontreranno a Nuoro i rappresentanti dei Gruppi di Azione Locale di tutta la provincia con l’obiettivo di confrontarsi in merito alle politiche di programmazione turistica in corso di attuazione.
    scopri di più >>
  • NASCE A NUORO L’ASSOCIAZIONE “TEMPO SOLIDALE” PER METTERE A DISPOSIZIONE DEI PIÙ BISOGNOSI IL PROPRIO TEMPO E LE PROPRIE COMPETENZE.
    A circa tre mesi dalla presentazione pubblica del progetto , l’idea di aiutare i soggetti in difficoltà e le famiglie più bisognose, prende corpo, con la costituzione di un nuovo soggetto associativo: “Tempo Solidale Nuoro” , nato da un’intuizione dell’ “Associazione Dialogo e Rinnovamento”, già promotrice dell’istituzione del Distretto Culturale nel Nuorese. In una stagione della vita sociale e politica caratterizzata da proclami e da inutili contrapposizioni, l’obiettivo dell’Associazione è di dare voce, con azioni concrete, alla grande rete di solidarietà che coinvolge tante persone, uomini e donne, che hanno deciso di sperimentare la forza e la bellezza dell’impegno a favore degli ultimi.
    scopri di più >>