VI RACCONTO NICOLA SATTA, GIOVANE POETA DELLA BARONIA: CALE ‘ND EST SU VALORE DE SA VIDA?

di Caterina Sanna

Ho avuto modo di leggere quasi per caso i componimenti del giovanissimo poeta di Torpè. Facebook e i social sono tra i primi palcoscenici per gli artisti moderni, una sorta di gymnasium dove poter esercitare la mente, la tastiera e misurarsi con il pubblico, scoprendo gli svariati gusti delle persone. Posso dire che nei suoi versi mi ci sono subito ritrovata, perché la sua è una poesia che trascina e colpisce. Vi racconto di Nicola Satta che ha ventitré anni, ma ne dimostra molti di più. 

Questo lo rivelano le sue poesie, fissate come piccole ancore lucenti, sanno immergersi in un’epoca passata per riaffiorare quasi immediatamente nella realtà. Figlio d’arte, si muove con disinvoltura e umiltà tra la carta e l’inchiostro riportando tutti i pensieri che la sua mente, vulcano di genialità e musica, elabora e manda fuori in un impeto di armonia e meditazione. Alla sua età gli si stagliano dinanzi sogni, obiettivi e desideri, uno di questi è proprio l’intarsio delle sue poesie che, come gemme, sono sbocciate sulle pagine della sua prima pubblicazione intitolata Cale ‘nd est su valore de sa vida? 

L’ispirazione è dettata da sentimenti nobili, di valore etico e purezza, probabilmente il tutto è tratto dal contesto in cui egli vive. Fedeli compagni della sua virtù poetica sono gli affascinanti albeggi sul parco del Tepilora, le catene granitiche e selvagge che in una corsa dal Montalbo al Monte Pitzinnu si tuffano nelle acque cristalline di Posada e Siniscola.
Tutto prende vita sulla carta, le parole, i sentimenti e le emozioni si materializzano.

La sua scrittura in limba, infatti, si accosta ai grandi romantici della Letteratura Sarda. Possiamo ritrovare lo studio accurato di Montanaru e Mossa, ai quali il giovane artista è affezionato e che spesso suggerisce al suo pubblico.

L’esaltazione all’amore, quasi come un rito iniziatico, introduce il lettore all’interpretazione delle sue composizioni. L’amore, infatti, trasuda in ogni ottava, in ogni sonetto. L’amore che vince, ma può dilaniare, l’amore che perde, ma non cessa di sperare nella sua vittoria.

Possiamo scoprire un inno alla gratitudine per l’amore materno, sentimento profondo e che svela la sua sensibilità.

La raccolta poetica di Nicola ci presenta un ventaglio di valori civici e morali, motivi culturali e sociali a tinte forti, utilizzato con maestria per richiamare l’attenzione del lettore.

La sua è un’arte poliedrica, i suoi canti parlano di tutto ciò che egli stesso vive e lo presenta con una naturalezza sorprendente. Perché la poesia del giovane scrittore fuoriesce dal suo animo, impetuosa e desiderosa di coinvolgere tutto ciò che incontra.

Cale ‘nd est su valore de sa vida? Dal principio si ha un profondo interrogativo che l’autore si pone e rivolge alla sua platea attenta.

Qual è il valore vero della vita?

Nicola va ricercando nella natura, nell’amore, nell’amicizia, nella gente la vera essenza del mondo.

Per quanto ci riguarda, scopriamo questo giovane poeta sardo e aiutiamolo a crescere incoraggiando la sua arte, leggendo e cogliendo il fulcro del suo estro.

 

Caterina Sanna

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Primo piano

  • Conto alla rovescia per Marco Buttu. L'Ingegnere gavoese in missione in Antartide ai limiti del possibile, ai confini del mondo.
    Un anno nel deserto ghiacciato dell'Antartide a sperimentare l'atmosfera, il cielo, la terra e la biologia dell'uomo. Sono questi i temi al centro degli studi che il PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide), l'ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), e il CNR (Consiglio Nazionale delle ricerche), in collaborazione con l'IPEV francese (Institut Polaire Paul-Emile Victor) affronteranno, inviando tredici professionisti europei in una mission quasi impossible.
    scopri di più >>
  • Il carasau entra ufficialmente nel dizionario Zingarelli
    In occasione del centenario (1917 – 2017) del vocabolario della lingua italiana Zingarelli, mercoledì 8 novembre, al liceo Dettori di Cagliari, ci sarà un incontro con gli studenti dedicato al dizionario, con l’intervento del linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, dell'università di Cagliari e della sociolinguista Vera Gheno, dell'università di Firenze. Un viaggio intorno alla parole per spiegare il passato, il presente e il futuro del nostro idioma, tra inglesismi, neologismi e vocaboli perduti. 
    scopri di più >>
  • Ma quando esce “Le tigri del Gocèano”? Intervista a Vanni Lai, finalista Premio Italo Calvino
    “Le Tigri del Gocèano di Vanni Lai. Una Sardegna ben reale dell’inverno 1955-56 è lo scenario della sua narrazione presenta tratti spiazzanti, quasi distopici. Qui, ancora una volta, la tradizione sarda ci presenta un frutto della sua inesausta vitalità. Il passato che non passa si concretizza nella densa tragedia annunciata con la sua vittima sacrificale, un giovane bandito senza scampo: per lui non c’è più posto nel mondo”. (Giuria – Premio Italo Calvino 2017)
    scopri di più >>
  • Ploaghe: Gianni Tetti con il Grande Nudo Experience BiblioTour
    "Grande Nudo", ultimo romanzo del sassarese Gianni Tetti, riprende ancora una volta il suo viaggio in Sardegna. L'appuntamento è per venerdì 3 novembre a Ploaghe, alle 20.00 negli spazi dell’ex Convento dei Cappuccini in via Pietro Salis, dove a presentare l'opera, accanto all'autore, saranno il giornalista Giovanni Dessole e il delegato alla cultura del Comune di Ploaghe, Giovanni Salis.
    scopri di più >>
  • SINESTESIE: CineConcerti in scena
    Tre spettacoli, tre racconti proiettati in scena: questa la prima edizione della Rassegna di CineConcerti - SINESTESIE. Nel mese di Novembre la Casa di Suoni e Racconti proseguirà il suo impegno artistico nella creazione di un dialogo tra le Arti iniziato con la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica - SIGNIFICANTE e il Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE, progettando questa volta l’incontro tra il Cinema e la Musica.
    scopri di più >>