Tottus In Pari

L'arte di calzare le persone: la storia di Ignazio Tolu
Le scarpe parlano. E dicono tanto, non solo dei piedi e della postura di chi le possiede. Raccontano l’anima.

“Le scarpe parlano. E dicono tanto, non solo dei piedi e della postura di chi le possiede. Raccontano l’anima. Mio padre conosceva le scarpe e le persone. È uno dei segreti del mestiere”.

Continua
L’orgoglio e la tempra di Pietro Congiu, emigrato sardo a Bolzano
In Alto Adige da 65 anni è Presidente storico dell’associazione sarda “Eleonora d’Arborea” e cittadino onorario della sua Oliena

L’inverno era agli albori quando ho avuto modo di trascorrere una mattinata in compagnia di Pietro Congiu. La città di Bolzano, effervescente ed assettata mi accoglieva come decorosamente si fa con un ospite gradito. Complice l’atmosfera natalizia e una fresca brezza dalle Alpi, ho cominciato ad ascoltare sotto un pallido sole i racconti di questo olianese classe 1932. Della sua vita, del suo percorso professionale e da emigrato. I suoi occhi scintillavano ma l’aria aguzza c’entrava poco. Pietro ha così intrapreso il suo viaggio nella memoria. Ed io con lui.

Nato a Roma dove i genitori si erano trasferiti per lavoro, rientrò ad Oliena in tenerissima età. Primo di sei fratelli, completate le scuole dell’obbligo sosteneva il padre nella gestione di una trattoria e nel lavoro nei campi per supportare l’economia familiare.

Continua
Il successo mondiale del progetto Fantafolk
Apoteosi in Thailandia per le launeddas di Andrea Pisu e l’organetto di Vanni Masala

Da tempo seguiamo l’impegno musicale degli amici Vanni Masala (organetto) e Andrea Pisu (launeddas), affermati maestri di questi strumenti, stimati per le loro capacità virtuosistiche e la piena padronanza del repertorio popolare, ma non solo. Da dieci anni sono un esempio di stile per chi si avvicina alla musica tradizionale della Sardegna.  Il duo porta con orgoglio la cultura musicale dell’isola e le loro composizioni sperimentali in giro per il mondo riscuotendo grandissimi successi (Spagna, Germania, Romania, Russia, Inghilterra, Irlanda, Bahrain, Francia, Ungheria, Messico).

Continua
Tzia Peppina Salis e l’imprenditoria femminile ante litteram
La voglia di emergere tra caparbietà, abnegazione ed umiltà

Pobiddu e mulleri. A San Sperate il ruolo femminile non subordinato a quello maschile è evidente anche dal lessico familiare. La moglie non è “pobidda”, femminile di pobiddu, come invece in molti paesi del campidano ma mulleri. Ha una sua ragion d’essere autonoma che prescinde etimologicamente e culturalmente dal rapporto con la componente virile della società.

Continua
La passione per la fotografia naturalistica di Ivan Pedretti
L'esploratore della Luce

Davanti allo spettacolo di un'aurora boreale si emoziona come un bambino. Uno spettacolo unico, un cielo pennellato di verde che illumina il buio, una visione mozzafiato che, per un attimo, lo lascia incantato davanti alla magia. Poi lo scatto, ripetuto e incalzante, della sua Sony che cerca di rubare al cielo quella prorompente bellezza. E poi siti archeologici, vecchi fari costieri e spiagge addormentate sotto la luna. Solitudini impreziosite ed esaltate da giochi di stelle e astri viandanti. Affascinato e stregato dalla natura vestita di luce notturna e dal silenzio.

Continua
Budelli diventi un laboratorio di educazione ambientale
Il progetto dei ragazzi di Mosso (Biella) e il progetto “non si s-Budelli l’Italia”

Noi alunni di III B della Scuola Media di Mosso (Biella), lo scorso mese di febbraio abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding per raccogliere i 3 milioni di euro necessari ad acquistare l’isola sarda di Budelli che avrebbe potuto tornare all’asta dopo la rinuncia all’acquisto da parte del magnate neozelandese Michael Hart.

Continua

    Primo piano

    • Gramsci: Quaderni del carcere a studenti
      "Scarmigliato studente fuori sede che amava il sardo, il latino e il greco, ma anche la scienza e la tecnica: Antonio Gramsci". Il Fai Sardegna annuncia con questo titolo le iniziative legate alle celebrazioni per gli 80anni dalla morte del grande pensatore e intellettuale, tra i più tradotti e letti al mondo, avvenuta a Roma il 27 aprile del 1937.
      scopri di più >>
    • Il tributo di Antonio Marras ad Eva Mameli Calvino
      "Sembravo timida ma non lo ero per niente. Dentro di me sentivo una gran voglia di imparare.Non avevo ancora idea di cosa avrei fatto,però sapevo che desideravo scoprireper essere utile.A chi o cosa lo ignoravo ma l'ideadi diventare qualcunomi accompagnò sempre in quegli anni."Eva Mameli Calvino     Chissà se anche lei, Eva Mameli Calvino, che "sembrava timida ma non lo era per niente", si sarebbe unita a quella liberatoria danza dei fiori in chiusura della sfilata che Antonio Marras ha realizzato ripensando a questa donna straordinaria. Se, sulle note di un grammofono, avrebbe volteggiato tra i suoi fiori, leggera come il movimento di una corolla, per poi ricomporsi e tornare a studiare, scoprire, annotare. Antonio Marras la immagina così e racconta, in occasione della Milano Moda Donna 2017, la nuova collezione Autunno Inverno con la leggerezza di una danza tra i fiori, ripensando alla grande scienziata del Novecento e in un gioco di corrispondenze, incontri e desideri unisce la passione per la natura a quella per la danza.
      scopri di più >>
    • Il mare della Sardegna al top su TripAdvisor: 5 su 10 sono sue
      Cinque delle dieci spiagge più belle d’Italia sono in Sardegna. L’isola, infatti, domina la classifica nazionale 2017 TripAdvisor, in base alla qualità e alla quantità delle recensioni e del punteggio attribuiti dai viaggiatori negli ultimi dodici mesi. E allora, la più amata è in Sicilia, ed è la spiaggia dei Conigli di Lampedusa, seguita a stretto giro, al secondo e al terzo posto nelle preferenze dei vacanzieri e degli amanti del bel mare, Cala Mariolu e Cala Golortzè a Baunei. In quinta posizione, invece, si attesta La Pelosa di Stintino, sesta Porto Giunco a Villasimius, mentre Is Aruttas a Cabras chiude degnissimamente la top ten.
      scopri di più >>
    • I personaggi del Carnevale sardo: Su Sennoreddu e sos de S'Iscusorzu
      Il carnevale di Teti è stato reinterpretato recentemente per volontà di un gruppo di giovani del paese, volenterosi di promuovere una rappresentazione folclorica, che pone le sue basi su un’antica leggenda popolare che, a sua volta, fa riferimento a fatti storici realmente accaduti.
      scopri di più >>
    • La leggenda del castello di Galtellì
      Una notte dello scorso dicembre restai più di due ore ascoltando attentamente una donna di Orosei che mi narrava le leggende del castello di Galtellì. Il suo accento era così sincero e la sua convinzione così radicata che spesso io la fissavo con un indefinibile sussulto, chiedendomi se, per caso, queste bizzarre storie a base di soprannaturale, che corrono pei casolari del popolo, non hanno un fondamento, e qualcosa di vero. Il castello di Galtellì - la Civitas Galtellina, altre volte così fiorente e popolata, ora decaduta in miserabile villaggio - è interamente distrutto; restano solo i ruderi neri e desolati, dominanti il triste villaggio, muti e severi nel paesaggio misterioso. La leggenda circonda quelle meste rovine con un cerchio magico di credenze strane, fra cui la principale è che l'ultimo Barone, ovvero lo spirito suo, vegli giorno e notte sugli avanzi del castello, in guardia dei suoi tesori nascosti. 
      scopri di più >>
    • Scambiarsi la fede sarda o coltello e maninfide
      Il Mercure, un brigantino della Repubblica Francese di Napoleone costruito nel 1805, fu ceduto al Regno Italico nel 1809. La notte del 21 febbraio 1812, questa imbarcazione, di scorta, insieme alle gemelle Jena e Mameluck, al vascello Rivoli, ebbe la sventura di incappare, fuori dal porto di Venezia, nella squadra navale inglese Royal Navy. Le due flotte diedero inizio a uno scontro (ricordato come battaglia di Grado), durante il quale il Mercure, sotto i colpi del brigantino inglese Weasel, esplose in mare. Si spezzò in due tronconi: quello di poppa affondò immediatamente, quello di prora si inabissò a circa cento metri di distanza.
      scopri di più >>