Cresce l’occupazione dipendente in Sardegna: +3% in un anno

L’analisi dell’Osservatorio del mercato del lavoro dell’Aspal: +13mila occupati. Il direttore generale: «Stime Istat effettuate a campione, il SIL registra i contratti effettivi»

Cresce nel secondo trimestre del 2017 l'occupazione dipendente in Sardegna. A certificarlo sono i dati del SIL Sardegna (Sistema informativo del lavoro) elaborati dall'Osservatorio del mercato del lavoro dell'ASPAL (Agenzia sarda per le Politiche Attive per il Lavoro) che fotografano i flussi dei contratti registrati sul sistema della Regione. 

Nel secondo trimestre del 2017 il sistema della Regione stima 453mila occupati dipendenti contro i 440mila dello stesso periodo del 2016: 13mila in più, con una variazione percentuale di quasi il 3 per cento.

«I dati SIL di fonte amministrativa ci offrono un quadro di aumentata fiducia, sia in riferimento alle passate rilevazioni, ma soprattutto rispetto alle rilevazioni statistiche rilasciate periodicamente dall'Istat, che effettua una stima a campione, mentre il Sistema informativo regionale si basa sul conteggio reale dei lavoratori assunti e di quelli cessati a una determinata data», spiega il direttore generale dell'Aspal, Massimo Temussi, commentando le stime realizzate dall'Osservatorio.

 

«Siamo l'unica Agenzia regionale di politiche attive per il lavoro in Italia che rileva i dati aggiornati e corrispondenti agli effettivi contratti attivati e cessati a una determinata data», spiega ancora Temussi, «siamo i primi ad aver avviato il sistema informativo del lavoro e adesso abbiamo un consolidamento dei dati che ci consente stime più precise e rispondenti alla reale situazione occupazionale sarda».

Dalle stime effettuate dall'Osservatorio del mercato del lavoro la divergenza tra le due fonti di dati è palese: nel primo trimestre 2017, per esempio, il dato diffuso dall'Istat (381mila occupati dipendenti, con un calo di 20mila unità sullo stesso periodo dell’anno precedente e con una differenza di ben 38mila unità sulla rilevazione del sistema regionale) non ha trovato alcun riscontro nei dati effettivi rilevati dal Sil Sardegna, che invece hanno registrato una riduzione decisamente più contenuta (-6mila occupati) rispetto a quella della fonte statistica nazionale.

 

Attraverso la metodologia di analisi messa a punto dall’Osservatorio dell’Aspal è possibile anche effettuare una previsione dei dati Istat in anticipo rispetto alla loro pubblicazione ufficiale, con un margine di errore molto basso. In particolare per il trimestre ora in esame (aprile-maggio-giugno 2017) il valore che l’Istat diffonderà nei prossimi giorni, potrebbe attestarsi intorno alle 441mila unità, con una differenza rispetto ai dati del Sil di circa il 2,6%.

«Utilizzando solo i dati Istat il rischio è di analizzare errori statistici e non i movimenti effettivi del mercato del lavoro in Sardegna», conclude il direttore generale Temussi. 

Per quanto riguarda i settori economici presi in considerazione, secondo i dati del Sistema informativo regionale, a crescere maggiormente rispetto allo scorso anno sono i contratti attivati nel turismo e commercio (+8%) e nei servizi (+2%), mentre restano sostanzialmente stabili i settori dell’agricoltura (15mila), industria (43mila) e costruzioni (28mila). 

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Conto alla rovescia per Marco Buttu. L'Ingegnere gavoese in missione in Antartide ai limiti del possibile, ai confini del mondo.
    Un anno nel deserto ghiacciato dell'Antartide a sperimentare l'atmosfera, il cielo, la terra e la biologia dell'uomo. Sono questi i temi al centro degli studi che il PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide), l'ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), e il CNR (Consiglio Nazionale delle ricerche), in collaborazione con l'IPEV francese (Institut Polaire Paul-Emile Victor) affronteranno, inviando tredici professionisti europei in una mission quasi impossible.
    scopri di più >>
  • Il carasau entra ufficialmente nel dizionario Zingarelli
    In occasione del centenario (1917 – 2017) del vocabolario della lingua italiana Zingarelli, mercoledì 8 novembre, al liceo Dettori di Cagliari, ci sarà un incontro con gli studenti dedicato al dizionario, con l’intervento del linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, dell'università di Cagliari e della sociolinguista Vera Gheno, dell'università di Firenze. Un viaggio intorno alla parole per spiegare il passato, il presente e il futuro del nostro idioma, tra inglesismi, neologismi e vocaboli perduti. 
    scopri di più >>
  • Ma quando esce “Le tigri del Gocèano”? Intervista a Vanni Lai, finalista Premio Italo Calvino
    “Le Tigri del Gocèano di Vanni Lai. Una Sardegna ben reale dell’inverno 1955-56 è lo scenario della sua narrazione presenta tratti spiazzanti, quasi distopici. Qui, ancora una volta, la tradizione sarda ci presenta un frutto della sua inesausta vitalità. Il passato che non passa si concretizza nella densa tragedia annunciata con la sua vittima sacrificale, un giovane bandito senza scampo: per lui non c’è più posto nel mondo”. (Giuria – Premio Italo Calvino 2017)
    scopri di più >>
  • Ploaghe: Gianni Tetti con il Grande Nudo Experience BiblioTour
    "Grande Nudo", ultimo romanzo del sassarese Gianni Tetti, riprende ancora una volta il suo viaggio in Sardegna. L'appuntamento è per venerdì 3 novembre a Ploaghe, alle 20.00 negli spazi dell’ex Convento dei Cappuccini in via Pietro Salis, dove a presentare l'opera, accanto all'autore, saranno il giornalista Giovanni Dessole e il delegato alla cultura del Comune di Ploaghe, Giovanni Salis.
    scopri di più >>
  • SINESTESIE: CineConcerti in scena
    Tre spettacoli, tre racconti proiettati in scena: questa la prima edizione della Rassegna di CineConcerti - SINESTESIE. Nel mese di Novembre la Casa di Suoni e Racconti proseguirà il suo impegno artistico nella creazione di un dialogo tra le Arti iniziato con la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica - SIGNIFICANTE e il Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE, progettando questa volta l’incontro tra il Cinema e la Musica.
    scopri di più >>