Ploaghe: Gianni Tetti con il Grande Nudo Experience BiblioTour

Venerdì 3 novembre nell'ex Convento dei Cappuccini

"Grande Nudo", ultimo romanzo del sassarese Gianni Tetti, riprende ancora una volta il suo viaggio in Sardegna. L'appuntamento è per venerdì 3 novembre a Ploaghe, alle 20.00 negli spazi dell’ex Convento dei Cappuccini in via Pietro Salis, dove a presentare l'opera, accanto all'autore, saranno il giornalista Giovanni Dessole e il delegato alla cultura del Comune di Ploaghe, Giovanni Salis.

Una nuova e suggestiva occasione per indagare nel dietro le quinte del processo di scrittura che ha dato origine a uno dei libri più interessanti della stagione italiana, testo che sta godendo di grandissime attenzioni a livello di pubblico e critica, e che nel 2017 è stato candidato al "Premio Strega" ed è ora finalista del prestigioso premio "Le Metamorfosi".

Come in occasione delle precedenti tappe di Nulvi, Santa Teresa e Villanova Monteleone, ad accompagnare la presentazione ci saranno anche la voce e la chitarra del cantautore sardo Pasquale Demis Posadinu, di recente in lizza per un posto sul palco del Concertone del Primo maggio a Roma, che eseguirà alcuni brani a tema in sintonia con le atmosfere del libro, ulteriormente restituite anche da alcune letture tratte dalle pagine del romanzo ed eseguite dallo stesso Gianni Tetti.

Una forma ibrida di presentazione e reading musicale, per coinvolgere il pubblico in una multiforme esperienza espressiva.

"Grande Nudo", romanzo nato e ambientato a Sassari, è la narrazione di un'umanità senza scampo, preda di se stessa. Una "riscossa degli ultimi che parte da una Sardegna infetta, isola e mondo in cui i cani governano e un pescatore affetto dal morbo guida un'orda stracciata verso la terra promessa".Nella narrazione colpi di scena, personaggi che non si dimenticano, e un finale a sorpresa.

Grande Nudo è l'ultimo romanzo della “trilogia del vento” che comprende I Cani là fuori (2009) e Mette Pioggia (2014), il libro più oscuro, spietato e conturbante di Gianni Tetti.

Grande Nudo è l'opportunità offerta a chi legge di guardarsi in uno specchio deformante; uno specchio capace però di restituire indietro l'immagine di una nudità primordiale, che stordisce.

 

Il libro. Grande Nudo è la narrazione di un'umanità senza scampo, preda di se stessa. C'è una riscossa degli ultimi che parte da una Sardegna infetta, isola/mondo in cui i cani governano e un pescatore affetto dal morbo guida un'orda stracciata verso la terra promessa. C'è un finale imprevedibile, ci sono colpi di scena, c'è un'avventura vissuta da personaggi che non si dimenticano. Ci sono carestie e vendetta e non c'è scampo agli attentati che si susseguono in città, non c'è rimedio ai fondamentalismi, non c'è salvezza dalle nubi tossiche, non c'è alcuna speranza nella misericordia umana. C'è però una possibilità, una sola. È scritta nel vento e porta un nome: Maria.

L'autore. Gianni Tetti è nato a Sassari. Vive a Sassari. Si occupa di cinema e letteratura. Ha scritto e diretto il documentario Un passo dietro l'altro, è sceneggiatore di SaGràscia e ha collaborato alla sceneggiatura di Perfidia, film diretti entrambi dal regista  Bonifacio Angius. I suoi racconti sono stati pubblicati su numerose riviste (Frigidaire, Il Male, Atti impuri) e in diverse antologie. Per Neo Edizioni ha pubblicato I cani là fuori (2009) e Mette pioggia (2014). Due anni fa stato inserito da Mucchio Selvaggio fra i cinque scrittori più interessanti del panorama italiano ed è stato recensito dalle più importanti riviste di settore.

 

“So che andava fatto e l’ho fatto. So che se non l’avessi fatto, le cose sarebbero andate diversamente. Ma forse era solo l’invidia, e sto inventando il resto per sentirmi meno colpevole” 

 

 

Giovanni Dessole

Foto credit Giampiero Bazzu

 

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Conto alla rovescia per Marco Buttu. L'Ingegnere gavoese in missione in Antartide ai limiti del possibile, ai confini del mondo.
    Un anno nel deserto ghiacciato dell'Antartide a sperimentare l'atmosfera, il cielo, la terra e la biologia dell'uomo. Sono questi i temi al centro degli studi che il PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide), l'ENEA (Agenzia per le nuove tecnologie l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), e il CNR (Consiglio Nazionale delle ricerche), in collaborazione con l'IPEV francese (Institut Polaire Paul-Emile Victor) affronteranno, inviando tredici professionisti europei in una mission quasi impossible.
    scopri di più >>
  • Il carasau entra ufficialmente nel dizionario Zingarelli
    In occasione del centenario (1917 – 2017) del vocabolario della lingua italiana Zingarelli, mercoledì 8 novembre, al liceo Dettori di Cagliari, ci sarà un incontro con gli studenti dedicato al dizionario, con l’intervento del linguista e critico letterario Massimo Arcangeli, dell'università di Cagliari e della sociolinguista Vera Gheno, dell'università di Firenze. Un viaggio intorno alla parole per spiegare il passato, il presente e il futuro del nostro idioma, tra inglesismi, neologismi e vocaboli perduti. 
    scopri di più >>
  • Ma quando esce “Le tigri del Gocèano”? Intervista a Vanni Lai, finalista Premio Italo Calvino
    “Le Tigri del Gocèano di Vanni Lai. Una Sardegna ben reale dell’inverno 1955-56 è lo scenario della sua narrazione presenta tratti spiazzanti, quasi distopici. Qui, ancora una volta, la tradizione sarda ci presenta un frutto della sua inesausta vitalità. Il passato che non passa si concretizza nella densa tragedia annunciata con la sua vittima sacrificale, un giovane bandito senza scampo: per lui non c’è più posto nel mondo”. (Giuria – Premio Italo Calvino 2017)
    scopri di più >>
  • SINESTESIE: CineConcerti in scena
    Tre spettacoli, tre racconti proiettati in scena: questa la prima edizione della Rassegna di CineConcerti - SINESTESIE. Nel mese di Novembre la Casa di Suoni e Racconti proseguirà il suo impegno artistico nella creazione di un dialogo tra le Arti iniziato con la Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica - SIGNIFICANTE e il Festival delle Musiche dei Mondi - UCRONIE, progettando questa volta l’incontro tra il Cinema e la Musica.
    scopri di più >>