Alessandro Doro vincitore del Poetry Slam Sardegna

Volata alla finale nazionale di Milano e Monza

È l’attore e poeta sassarese Alessandro Doro a vincere la quarta edizione della Finale Poetry Slam Sardegna, disputata per la prima volta in due serate mercoledì 10 (semifinali) e giovedì 11 (finalissima) maggio scorso al circolo ricreativo The HoR; avrà l’onore di rappresentare l’isola alle Finali Nazionali organizzate dalla L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam), che si terranno a luglio a Milano e Monza.

 

Con lui andrà anche il secondo classificato Roberto Demontis da Bancali, grazie ai 18 poetry slam organizzati in tutta l’isola nella stagione 2016/2017 (Sassari 7 slam, Alghero 3 slam; Cagliari e Porto Torres 2 slam; Gavoi, Oristano, Ozieri e Quartu S.Elena 1 slam) che ne fanno il 3° coordinamento assoluto in Italia per numero di slam fatti, e permettono l’accesso alle finali nazionali a due rappresentanti regionali.
Il terzo posto va a Luana Farina, già campionessa vincitrice della finale regionale disputata nel 2015 a Ozieri e rappresentante sarda alle Finali Nazionali di Poetry Slam di Ancona.
Il Premio della Critica invece è stato assegnato a Andrea Doro da Sorso protagonista di una sorprendente performance con un nuovo testo caratterizzato da un inusuale romanticismo.

A decretare il vincitore è stata, secondo la regola del Poetry Slam, la giuria popolare estratta a sorte tra il numeroso pubblico presente, che ha valutato le singole performance di tre minuti, con solo voce e corpo a dare anima ai testi scritti di proprio pugno dai singoli performer, senza limiti di tema, forma e lingua.
Gli altri finalisti in gara sono stati: Ignazio Chessa (vincitore della scorsa edizione) e Pupa Niolu da Alghero, Federico Pinna e Roberta Cucciari da Sassari, Enrico Pedrini da Bologna, Valerio Camera e Sharon Caboni da Cagliari, Tiziana Mura da Gavoi, Marco Fenudi da Ozieri, Sara Giglio da Oristano, Marco Bianchina da Porto Torres, più Alessia Bardi da Sassari, vincitrice della seconda edizione della finale del campionato studenti sardo tenutasi l’8 maggio scorso all’Istituto Alberghiero IPSAR di Sassari.

Alessandro Doro, il cantore di insetti, arrotini e altre amenità, è uno dei protagonisti della scena sarda degli ultimi anni e, dopo le quattro vittorie stagionali (Piratry Poetry Slam, Punk i Slam Poetry e Amore & Psycho Poetry Slam al BirrAjò Sassari e "DeLogu Poetry Slam" alla libreria Librid), si aggiudica il primo posto assoluto davanti a un numeroso ed entusiasta pubblico che ha riempito il locale e seguito, dall’inizio alla fine, la strepitosa sfida a suon di versi fra le 16 migliori voci e penne del territorio classificatesi al primo posto nel campionato poety slam isolano, uno dei più vivaci e intensi di tutto il panorama nazionale, capace di contare circa 200 fra poeti e performer.

A condurre la serata lo specialista Sergio Garau, coordinatore regionale e una tra le personalità più attive e riconosciute in questo campo a livello europeo come poeta e come organizzatore. Ad assisterlo il notaio di gara multipiattaforma, Giovanni Salis, segretario regionale L.I.P.S. e promotore di numerosi eventi di matrice culturale e sociale sul territorio sardo, che per l’occasione si è occupato anche degli stacchetti musicali fra una performance e l’altra.
Oltre alla gara, la serata ha vissuto diversi momenti emozionanti con alcuni ospiti speciali: il talentuoso cantautore di matrice britannica Beeside che ha aperto e chiuso la serata, l’attrice artista della parola e della voce sarda Clara Farina che ha sorpreso con l’interpretazione della poesia “I fiori” di Aldo Palazzeschi, la scrittrice Lalla Careddu (vincitrice della prima finale sarda nel 2014) che ha divertito tutti i presenti con un suo ironico e sferzante testo sui figli.

L’evento è stato organizzato dalla sezione sarda della L.I.P.S., in collaborazione con l’associazione The HoR, e con il contributo dei partner: ANTAS Bimestrale di Ambiente, storie e personaggi della Cultura Sarda, Travel Motus agenzia di viaggi, Chiocciolina e Igienica Sassarese.
Il logo del capo tribù nuragico slammer è ad opera di Angelo Saccu, la grafica a cura di Andrea Sole.

Subito dopo la finale regionale sarda, sabato 13 maggio a Ozieri è iniziata la nuova stagione 2017/2018, con il quinto Ozieri Poetry Slam, vinto da Roberto Demontis e organizzato con il patrocinio del Comune di Ozieri all’interno dell’edizione ozierese di Monumenti Aperti, e domenica 14 maggio a Oristano con “Incontri Poetry Slam”, primo secret house Poetry Slam sardo e sesto appuntamento della rassegna "Incontri a casa di Valeria" organizzata dall’attrice Sara Giglio, vinto da Ignazio Chessa da Alghero, che ha registrato il record regionale di partecipanti con ben 19 performer giunti per l’occasione da tutta l’isola.

 

 

Giovanni Salis

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • Un'estate a San Teodoro
    Bisogna dire che San Teodoro ogni anno stupisce. Dalla notte al giorno è fonte di ispirazione e di tendenze che marcano outfit importanti. Dalla sera alla mattina si parte dal giallo coordinato da accessori, consigliatissimo per donne dalla pelle ambrata, come propone nelle passerelle milanesi Jil Sander. Le camicie, i giubbotti e i jeans délavé presentano immancabili strappi, come per Alexander Wang.
    scopri di più >>
  • 10 domande a... Caterina Murino
    Caterina Murino, nata a Cagliari il 15 settembre 1977, è attrice, modella, showgirl e, di recente, anche produttrice di una linea di gioielli. Persona gioviale ed estremamente affabile è donna di incredibile bellezza, tant’è che più volte è stata accostata allo stereotipo di bellezza sarda. Professionalmente, inizia a farsi conoscere nel 1997, quando arriva quinta al concorso di Miss Italia. Tuttavia, dopo piccole parti in fiction tv si trasferisce in Francia, dove matura esperienze in ambito cinematografico e teatrale, sino a divenire, nel 2006, la Bond girl di "Casino Royale": è un successo mondiale. Impegnata nel sociale e attenta ai problemi dell'Africa, Caterina Murino è testimonial per Amref e, dopo un viaggio in Kenya, passato a osservare la pesante situazione nelle scuole del luogo, nel 2009 presta la sua immagine per la campagna pubblicitaria a favore del progetto "Adotta un ambasciatore". Da sempre vicina alla sua terra, ai sui valori e alla sua gente, l’abbiamo incontrata per discutere in merito al suo legame con la Sardegna e per approfondire alcuni aspetti della sua quotidianità.
    scopri di più >>
  • Tutto pronto per "Live right be bright"
    Dal 22 al 28 luglio 2017 Abbasanta sarà invasa da 42 giovani e operatori giovanili maltesi, danesi, olandesi e sardi che, con grande entusiasmo e forte motivazione, partecipano a Live Right, Be Bright (Vivi nel modo giusto, sii luminoso), uno scambio giovanile transnazionale finanziato dal Programma Erasmus+ e coordinato da un’organizzazione maltese in partenariato con l’Associazione Malik ed il Comune di Abbasanta.
    scopri di più >>
  • RENZI SILURA IL FISCAL COMPACT
    Il Fiscal compact è il termine sintetico con cui si abbrevia il Trattato sulla stabilità, coordinamento e governance nell’Unione Economica e Monetaria (UEM). L’accordo fu preparato come una delle misure urgenti con cui dare una risposta credibile ai mercati contro l’evolversi della crisi finanziaria europea dei debiti sovrani; venne approvato nel 2012 e ratificato dal nostro Paese nel corso dello stesso anno, col governo Monti. Lo stesso Mario Monti, in una recente intervista al Corriere della Sera, ha spiegato che il Trattato ha avuto a suo tempo «un padre, Mario Draghi, che lanciò l’idea nel dicembre 2011, appena diventato presidente della BCE, e una madre, Angela Merkel, che la spinse politicamente. Draghi doveva accreditarsi presso quel mondo tedesco che era preoccupato per l’arrivo al vertice della BCE di un italiano, sia pure con ottima reputazione». Perciò aveva bisogno di presentarsi agli occhi tedeschi come “falco”, che non era disposto a fare sconti al governo del suo Paese sulle politiche di risanamento del bilancio pubblico e di avvio delle riforme strutturali necessarie ad evitare il default del Paese.
    scopri di più >>
  • Vela e trekking contro il Parkinson, la sfida dei pazienti in Sardegna
    Il vento e la natura, ma anche la cucina e lo yoga per combattere il Parkinson. E' l'esperienza vissuta da un gruppo di pazienti che hanno trascorso una settimana in Sardegna, tra navigazione a vela, trekking, surf, piccoli seminari e degustazioni. 
    scopri di più >>
  • Tutti i protagonisti del Rocce Rosse Blues (dal 22 luglio al 6 agosto) ad Arbatax
    Dal 22 luglio al 6 agosto 2017 Rocce Rosse Blues, la storica rassegna dedicata alla musica del diavolo torna alle origini, al cuore pulsante del festival, nello storico Piazza degli Scogli Rossi ad Arbatax, lo stesso luogo dove ventisei anni fa tutto ebbe inizio. 
    scopri di più >>