“360 gradi nell’Angolo” il primo libro del canoista Andrea Argiolas

La testimonianza di un’esperienza sportiva a tutto tondo

360 gradi nell’Angolo” è il titolo del primo libro di Andrea Argiolas, edito dalla casa editrice sarda Palabanda Edizioni, già disponibile nelle migliori librerie. Il manuale è stato presentato nella sede della società Canottieri Ichnusa, una location non casuale: è qui che, insieme a tanti altri contesti sportivi, è nata e maturata la carriera professionale di Argiolas.

Una vita dedicata allo sport, tra palestre e campi sportivi come docente di scienze motorie, atleta e dirigente federale, nel volume “360 gradi nell’Angolo” Argiolas raccoglie i suoi editoriali pubblicati nella rivista “Nuova Canoa Ricerca”: i corsivi chiamati “L’Angolo”, opinioni e consigli sullo sport scritti in modo originale.Partendo dalla sua esperienza, l’autore nel libro rappresenta la propria idea di sport maturata negli anni: un concentrato di citazioni, opinioni e consigli tecnici per la Canoa-Kayak, applicabili anche ad altre discipline sportive.

“Lo sport e il suo contesto: ovvero, come l'organizzazione sportiva può migliorare sé stessa e incidere significativamente sull'ambiente sociale nel quale opera – spiega Andrea Argiolas - Questo testo è una carrellata di riflessioni, ragionamenti, propositi e azioni poste in essere nel corso della mia esperienza "politico sportiva" nazionale. In un decennio irto di difficoltà di ogni tipo, questa testimonianza, che trae origine da un percorso di formazione continua fortemente arricchito dalla pratica, può rappresentare un modello sicuramente perfettibile, guai se così non fosse, ma "tremendamente" concreto”.

 

“Con Andrea condivido da sempre i valori di lealtà, unione e spirito di squadra grazie ai quali siamo riusciti a viaggiare compatti in questi anni e a pagaiare verso obiettivi sempre più ambiziosi e importanti – sottolinea il Presidente della Federazione Italiana Canoa e Kayak, nonché Vice Presidente Nazionale del Coni, Luciano Buonfiglio, che ha dato il suo prezioso contributo scrivendo la prefazione del manuale - Dal punto di vista umano, professionale e sportivo, Andrea Argiolas ha dato tanto a me, ma soprattutto alla canoa e allo sport italiano che si è fatto sempre più attento alla formazione, alla crescita dei tecnici e al miglioramento delle competenze abbandonando da tempo l’improvvisazione e la casualità e questo contributo ne è una testimonianza”. 

Presente anche l’editore della Casa Editrice Palabanda, Maria Gabriella Ranno. “Inauguriamo la collana saggi con un libro che è davvero una dichiarazione di civiltà sportiva  -  afferma Ranno -  Andrea Argiolas, in qualche modo potrebbe essere il rinnovamento nella gestione dello sport in Sardegna, e Palabanda ne vuole essere la madrina”.

Tra gli ospiti l’Autorità portuale, rappresentata dalla Marketing Manager Valeria Mangiarotti.


 

Il libro

Il testo raccoglie gli editoriali pubblicati dal 2005 al 2016 nella Rivista tecnica “Nuova Canoa Ricerca”, dei veri e propri corsivi chiamati “L’Angolo”. Un saggio dedicato alla canoa, e un manifesto programmatico sulla concezione dello sport inteso come idea democratica.

Negli editoriali, partendo da un’analisi generale del contesto, sono indicati gli indirizzi tecnici e programmatici della federazione all’interno della quale nasce la rivista, il Centro Studi Ricerca e Formazione, che l’autore ha condotto continuativamente per l’intera durata del suo mandato di Consigliere Federale.

Mentre nell’introduzione, Argiolas, illustra in modo semplice la sua idea di sport con riflessioni e spunti originali di politica sportiva. Chiude il testo una ricca appendice che raccoglie una selezione di azioni innovative proposte  e attuate direttamente sotto la responsabilità e il controllo dall’autore durante i suoi incarichi federali. I documenti, specifici per la Canoa-Kayak, per l’impostazione chiara, organica e metodologicamente coerente in tutte le parti, possono facilmente essere mutuati da altre discipline sportive e da organizzazioni economico-sociali con scopi, natura ed estrazione anche molto diversa. 

 

Focusardegna
Author: Focusardegna

Una realtà libera e indipendente. Uno spazio giovane e dinamico dedicato alla Sardegna nel quale raccontare le sue storie, i suoi protagonisti, le sue eccellenze. Una piattaforma in cui condividere, approfondire, dibattere, nel quale ritrovarsi per discutere sul presente, imparando dal passato e volgendo lo sguardo al futuro. FocuSardegna è dedicato a chi la ama, a chi la porta nel cuore e a chi è disposto a tutto per proteggerla. Vieni a visitarci su www.focusardegna.com e contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FaceBook  Twitter

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Primo piano

  • A CENA CON L’AUTORE TONINO OPPES: IL BALLO CON LE JANAS A PISA
    Si narra che le Janas siano creature minute, deliziose e bellissime, e soprattutto incantatrici e custodi di segreti e di magie. Le loro domus de janas, le case delle fate, si trovano in un’isola, la Sardegna, che per la sua forma sembra un’impronta di un piede, o meglio, di un sandalo. Un’isola bellissima, agreste, demoniaca e maliarda, proprio come le minuscole fatine danzanti, che scelgono come dimora delle rocce scavate dal Nord al Sud. Ovunque il loro aleggiare accompagnava la Terra Sarda;  i loro occhi hanno visto nascere comunità intere, generazioni e generazioni. Paesi minuscoli sparsi su montagne, colline e pianure, zone impervie e ricche di flora e di fauna, dove il filo che teneva uniti grandi e piccini era quello del valore della memoria.
    scopri di più >>
  • LA “SARDA TELLUS” DI GENOVA INCONTRA NERIA DE GIOVANNI PER IL RICORDO DEL NOBEL GRAZIA DELEDDA
    Nel novantesimo anniversario del conferimento del Premio Nobel a Grazia Deledda, la Sarda Tellus di Genova ha organizzato domenica 7 maggio un incontro dedicato alla grande scrittrice sarda con la partecipazione di una delle più grandi esperte sull'argomento, la critica letteraria Neria De Giovanni, presentata da Bruno Rombi, il quale ha esordito tracciando il profilo della studiosa.
    scopri di più >>
  • Musica: gli Yes aprono Rocce Rosse Blues
    Il progressive rock degli Yes dà il la a Rocce Rosse Blues 2017. Il festival ogliastrino si apre il 22 luglio nel piazzale degli scogli di Arbatax, frazione marina di Tortolì.  
    scopri di più >>
  • In Sardegna yacht vela più grande mondo
    Si chiama "A" ed è lo yacht a vela più grande del mondo: in questi giorni l'imbarcazione del miliardario russo Andrey Melnichenko è in Sardegna. Da ieri notte è ormeggiato davanti all'isola di Tavolara, nelle acque di Porto Taverna a Loiri Porto San Paolo, in Gallura.
    scopri di più >>
  • Cavalcata Sarda: successo a Sassari
    Una folla entusiasta e un cielo terso hanno decretato il successo della 68/a edizione della Cavalcata Sarda, a Sassari. Oltre 100 mila persone hanno assistito alla "Festa della bellezza", ammirando e applaudendo gli oltre 3mila figuranti che partendo da corso Francesco Cossiga hanno sfilato in via Asproni, via Roma, piazza d'Italia, portici Crispo, piazza Castello, via Cagliari, Emiciclo Garibaldi, viale Italia, viale Mancini e piazza d'Armi.
    scopri di più >>
  • Andrea Scanzi alla MEM e al Teatro Massimo di Cagliari
    Perché spesso in Italia la norma è eccezione e l'anomalia è regola? È quello che si chiedono Andrea Scanzi - giornalista, scrittore e autore teatrale, firma di punta del Fatto Quotidiano – e il cantautore e attore Giulio Casale nel loro "Il sogno di un'Italia", in scena a Cagliari questo sabato (20 maggio), al Teatro Massimo (Sala M2), per l'organizzazione della cooperativa Forma e Poesia nel Jazz. 
    scopri di più >>