Cultura

Il tributo di Antonio Marras ad Eva Mameli Calvino
Lo stilista algherese celebra la figura della grande scienziata sarda dedicandole la collezione Autunno Inverno 2017 in occasione di Milano Moda Donna
"Sembravo timida ma non lo ero per niente.     
Dentro di me sentivo una gran voglia di imparare.
Non avevo ancora idea di cosa avrei fatto,
però sapevo che desideravo scoprire
per essere utile.
A chi o cosa lo ignoravo ma l'idea
di diventare qualcuno
mi accompagnò sempre in quegli anni."
Eva Mameli Calvino

 

 

Chissà se anche lei, Eva Mameli Calvino, che "sembrava timida ma non lo era per niente", si sarebbe unita a quella liberatoria danza dei fiori in chiusura della sfilata che Antonio Marras ha realizzato ripensando a questa donna straordinaria. Se, sulle note di un grammofono, avrebbe volteggiato tra i suoi fiori, leggera come il movimento di una corolla, per poi ricomporsi e tornare a studiare, scoprire, annotare. Antonio Marras la immagina così e racconta, in occasione della Milano Moda Donna 2017, la nuova collezione Autunno Inverno con la leggerezza di una danza tra i fiori, ripensando alla grande scienziata del Novecento e in un gioco di corrispondenze, incontri e desideri unisce la passione per la natura a quella per la danza.

Continua
“360 gradi nell’Angolo” il primo libro del canoista Andrea Argiolas
La testimonianza di un’esperienza sportiva a tutto tondo

360 gradi nell’Angolo” è il titolo del primo libro di Andrea Argiolas, edito dalla casa editrice sarda Palabanda Edizioni, già disponibile nelle migliori librerie. Il manuale è stato presentato nella sede della società Canottieri Ichnusa, una location non casuale: è qui che, insieme a tanti altri contesti sportivi, è nata e maturata la carriera professionale di Argiolas.

Continua
Antonio Marras: una performance teatrale per una collezione tra sogni e moda
Per la prima volta le collezioni Antonio Marras, I'M, uomo e donna insieme in una performance spettacolare negli spazi della Triennale di Milano

Degna di una fiaba. Ma scritta da Shakespeare. E rivista dai fratelli Grimm. Riletta da Allan Poe e Carol Rama. E poi nascosta. Per essere letta e riscritta ancora, dal genio di Antonio Marras che le dà vita, in una Milano che riscopre il sole in piena settimana della moda. Gli spazi della Triennale, che ospitano la monumentale mostra Nulla Dies Sine Linea (ne abbiamo parlato qui), una finestra sconfinata sul Marras artista, diventano sede privilegiata per presentare la collezione moda uomo e donna della prossima stagione invernale non attraverso una sfilata ma con una spettacolare performance, Haunted.

Continua
In compagnia di Marco Lutzu, con gli occhi rivolti verso il cielo
Intervista al fotografo naturalista di Orani, amante dei rapaci

Fare della propria passione una ragione di vita. E’ quanto è accaduto a Marco Lutzu, fotografo naturalista nato e cresciuto a Orani, come ama sottolineare.  Un interesse smisurato per la natura, per la macchina fotografica e, fin da bambino, per i rapaci, quando il padre e gli zii materni gli insegnarono per la prima volta ad allevare il falco pellegrino, tanto che divenne il suo compagno di giochi. Passione che crebbe con l’età e che oggi, a cinquant’anni, viene usata con abilità come un semplice mezzo attraverso il quale potersi affacciare con rispetto alla natura, e diventare spettatore diretto delle nostre campagne.

Continua
Bono, gli studenti riscoprono “sos logos de Angioy”
Intenso appuntamento con la storia e le tradizioni del paese coinvolge i ragazzi del liceo in un progetto organizzato dallo Sportello linguistico comunale e dall’Is.Be. in collaborazione con Comune e Pro Loco.

Una passeggiata alla scoperta di alcuni tra i luoghi simbolo della rivoluzione sarda di fine settecento nel paese che diede i natali al condottiero dei moti antifeudali. Mercoledì 30 novembre, a partire dalle ore 9.30 in piazza del Comune, diverse scolaresche saranno protagoniste di un incontro formativo dal titolo “In sos logos de Angioy”. A fare da cicerone una guida d’eccezione, Michele Pinna, docente di storia di origini bonesi e direttore scientifico dell’Istituto Bellieni di Sassari, da sempre impegnato nella valorizzazione e promozione della cultura e della lingua sarda.

Continua
Alla riscoperta del segreto della longevità sarda: lo studio di Michel Poulain, il maggior esperto al mondo
A Seulo l’esperto Poulain ha presentato una parte del suo studio sulla longevità dei paesi dell’entroterra isolano

Michel Poulain, il demografo scopritore del concetto Blue Zone, che identificale Zone Blu, le aree più longeve al mondo e che ha dato un contributo fondamentale alla creazione dell'osservatorio sardo sulla longevità, è stato a SEULO, lo scorso sabato 19 Novembre. L’esperto Poulain ha presentato una parte del suo studio sulla longevità dei paesi dell’entroterra isolano, in occasione del convegno “Il cibo nelle comunità di montagna”, un’analisi sul rapporto tra cibo e Longevità.

Continua

    Primo piano

    • Gramsci: Quaderni del carcere a studenti
      "Scarmigliato studente fuori sede che amava il sardo, il latino e il greco, ma anche la scienza e la tecnica: Antonio Gramsci". Il Fai Sardegna annuncia con questo titolo le iniziative legate alle celebrazioni per gli 80anni dalla morte del grande pensatore e intellettuale, tra i più tradotti e letti al mondo, avvenuta a Roma il 27 aprile del 1937.
      scopri di più >>
    • Il tributo di Antonio Marras ad Eva Mameli Calvino
      "Sembravo timida ma non lo ero per niente. Dentro di me sentivo una gran voglia di imparare.Non avevo ancora idea di cosa avrei fatto,però sapevo che desideravo scoprireper essere utile.A chi o cosa lo ignoravo ma l'ideadi diventare qualcunomi accompagnò sempre in quegli anni."Eva Mameli Calvino     Chissà se anche lei, Eva Mameli Calvino, che "sembrava timida ma non lo era per niente", si sarebbe unita a quella liberatoria danza dei fiori in chiusura della sfilata che Antonio Marras ha realizzato ripensando a questa donna straordinaria. Se, sulle note di un grammofono, avrebbe volteggiato tra i suoi fiori, leggera come il movimento di una corolla, per poi ricomporsi e tornare a studiare, scoprire, annotare. Antonio Marras la immagina così e racconta, in occasione della Milano Moda Donna 2017, la nuova collezione Autunno Inverno con la leggerezza di una danza tra i fiori, ripensando alla grande scienziata del Novecento e in un gioco di corrispondenze, incontri e desideri unisce la passione per la natura a quella per la danza.
      scopri di più >>
    • Il mare della Sardegna al top su TripAdvisor: 5 su 10 sono sue
      Cinque delle dieci spiagge più belle d’Italia sono in Sardegna. L’isola, infatti, domina la classifica nazionale 2017 TripAdvisor, in base alla qualità e alla quantità delle recensioni e del punteggio attribuiti dai viaggiatori negli ultimi dodici mesi. E allora, la più amata è in Sicilia, ed è la spiaggia dei Conigli di Lampedusa, seguita a stretto giro, al secondo e al terzo posto nelle preferenze dei vacanzieri e degli amanti del bel mare, Cala Mariolu e Cala Golortzè a Baunei. In quinta posizione, invece, si attesta La Pelosa di Stintino, sesta Porto Giunco a Villasimius, mentre Is Aruttas a Cabras chiude degnissimamente la top ten.
      scopri di più >>
    • I personaggi del Carnevale sardo: Su Sennoreddu e sos de S'Iscusorzu
      Il carnevale di Teti è stato reinterpretato recentemente per volontà di un gruppo di giovani del paese, volenterosi di promuovere una rappresentazione folclorica, che pone le sue basi su un’antica leggenda popolare che, a sua volta, fa riferimento a fatti storici realmente accaduti.
      scopri di più >>
    • La leggenda del castello di Galtellì
      Una notte dello scorso dicembre restai più di due ore ascoltando attentamente una donna di Orosei che mi narrava le leggende del castello di Galtellì. Il suo accento era così sincero e la sua convinzione così radicata che spesso io la fissavo con un indefinibile sussulto, chiedendomi se, per caso, queste bizzarre storie a base di soprannaturale, che corrono pei casolari del popolo, non hanno un fondamento, e qualcosa di vero. Il castello di Galtellì - la Civitas Galtellina, altre volte così fiorente e popolata, ora decaduta in miserabile villaggio - è interamente distrutto; restano solo i ruderi neri e desolati, dominanti il triste villaggio, muti e severi nel paesaggio misterioso. La leggenda circonda quelle meste rovine con un cerchio magico di credenze strane, fra cui la principale è che l'ultimo Barone, ovvero lo spirito suo, vegli giorno e notte sugli avanzi del castello, in guardia dei suoi tesori nascosti. 
      scopri di più >>
    • Scambiarsi la fede sarda o coltello e maninfide
      Il Mercure, un brigantino della Repubblica Francese di Napoleone costruito nel 1805, fu ceduto al Regno Italico nel 1809. La notte del 21 febbraio 1812, questa imbarcazione, di scorta, insieme alle gemelle Jena e Mameluck, al vascello Rivoli, ebbe la sventura di incappare, fuori dal porto di Venezia, nella squadra navale inglese Royal Navy. Le due flotte diedero inizio a uno scontro (ricordato come battaglia di Grado), durante il quale il Mercure, sotto i colpi del brigantino inglese Weasel, esplose in mare. Si spezzò in due tronconi: quello di poppa affondò immediatamente, quello di prora si inabissò a circa cento metri di distanza.
      scopri di più >>