Gennaio 23, 2019

    Login to your account

    Username *
    Password *
    Remember Me

    Arte e Cultura

    Arte e Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    La libertà è una fotografia che prende vita. Che a tempo di musica lascia il bianco e nero e acquista colore, intrisa del sapore di libertà, di indipendenza.
    Antonio Marras racconta ancora una storia che incanta e sorprende. Lo fa, in occasione della settimana della moda milanese, partendo dagli scatti di Malick Sidibè, il grande fotografo del Mali scomparso il 16 aprile di questo anno. La collezione donna e uomo, per la prima volta insieme, della prossima stagione primavera estate 2017, si snoda tra i caschi da messa in piega dei negozi delle parrucchiere di Bamako, la capitale del Mali che si scatena, all’indomani dell’indipendenza, in una danza corale di libertà. Di bellezza, di twist e rock’n’roll. E il geniale sarto di Alghero, la interpreta ricucendo insieme, con il filo della libertà, tradizione e innovazione, il gusto personale e quello collettivo, desideri voluti e realizzati.

    Arte e Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    Maria Sciola ha un cognome impegnativo da portare. L’ho conosciuta in un caldo pomeriggio d’estate e rimasi subito colpita dal suo sorriso che rivela un mondo interiore ricco di forza e passione. La stessa forza delle pietre sonore di suo padre, Pinuccio Sciola, venuto a mancare lo scorso maggio. L’ho intervistata per voi, non solo per conoscere meglio l’artista, di cui oramai sappiamo quasi tutto, ma anche per scoprire i progetti futuri della Fondazione e del Giardino Sonoro, che adesso sono nelle mani di Maria, Chiara e Tomaso Sciola.

    Arte e Cultura
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

    E’ strana la mente. Strane le sue sovrapposizioni, l’alternarsi di ossessioni e realtà, il suo cercare di ricostruire e trovare speranze. E qui che si genera quella “creatività della follia”, che viaggia su lettere, ricordi, passioni e modi di vestire. Se allora, il cuore ha ragioni che la ragione non conosce, lasciamo che si nutra del non detto e viva delle trasformazioni e dei desideri di ciò che poteva essere e non è stato.

    Osa e sorprende, Antonio Marras, esplorando le sfumature di una romantica malinconia anticonvenzionale, mettendo in scena una collezione donna per il prossimo autunno-inverno in cui l’abito diviene sentimento in perpetua trasformazione e viaggio, sino ad arrivare in Sardegna.  L’ispirazione arriva dalle lettere di Adele Hugo, figlia di Victor Hugo, divenuta folle di un amore non corrisposto per il Tenente Pinson, resa immortale nella magistrale interpretazione cinematografica di Isabelle Adjani diretta da Truffaut.   

    Share